Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Sport

Premio Liedholm, attesa a Cuccaro per l'arrivo di Platini

In programma mercoledì a Villa Boemia la terza edizione del riconoscimento intitolato all'indimenticato Nils
CUCCARO MONFERRATO - “Per le immense capacità tecniche unite alla forte leadership con cui illumina da sempre il mondo del calcio internazionale, ieri sul campo, oggi da dirigente” E' con questa motivazione che la terza edizione del Premio "Nils Liedholm”, istituito in memoria del campione di calcio svedese scomparso a Cuccaro Monferrato nel 2007, è stato assegnata a Michel Platini, oggi presidente Uefa (dal 2007) ieri immenso centrocampista, uno dei migliori di tutti i tempi in quel ruolo, grazie alla sua classe cristallina e all’illuminante visione di gioco.
 
Le “roi” Platini succede dunque a Vicente del Bosque, il tecnico spagnolo campione del mondo che l’anno scorso, nelle cantine di Villa Boemia, incantò tutti per la sua straordinaria umanità, tanto grande da farlo commuovere mentre ritirava il premio istituito in memoria del Barone Liedholm.
A Cuccaro tutto è pronto, per accogliere una personalità come Michel Platini e per rendere omaggio, ancora una volta, alla figura di Nils Liedholm, campione di calcio, certamente, ma forse prima e soprattutto, signore nella vita.

PER LE ROI UN PARTERRE DE ROI - A confermare la rilevanza ormai internazionale che il Premio Liedholm, in soli tre anni ha assunto, il “parterre de roi” annunciato e atteso: accanto al premiato, infatti, arriveranno nelle cantine di Villa Boemia personaggi del calibro di Franco Baresi Ariedo Braida e Umberto Gandini, in rappresentanza del Milan, di Giuseppe Marotta, attuale AD della Juventus, che unendosi a Maurizio Turone e Roberto Scarnecchia, interpreti della Roma di Liedholm, andranno a formare un parterre davvero ricco di storie, ricordi e aneddoti legati indissolubilmente alla figura del grande Nils.

Molti anche gli addetti ai lavori attesi, fra i quali spiccano senza dubbio le figure di Alberto Cerruti, editorialista de La Gazzetta dello Sport, da sempre attivo e fervido sostenitore di ogni iniziativa in memoria di Liedholm e del Premio in particolare, e Gigi Garanzini, firma luminosa del giornalismo sportivo italiano.

LA VOCE NARRANTE – Sarà, anche quest’anno, quella talentuosa, geniale ed imprevedibile dell’Avvocato di Sky Federico Buffa: attesa la sua “pièce” sul premiato, dopo quella su del Bosque con cui, nella passata edizione del Premio, fece commuovere lo stesso commissario tecnico della nazionale spagnola.

LE LUCI DELLA RIBALTA – Saranno le telecamere di Sky ad illuminare e riprendere integralmente la cerimonia di consegna del Premio Liedholm 2013 che, alla sua terza edizione, si guadagna così l’attenzione della televisione dello sport per eccellenza.

"Per 15 giorni - dice il Sindaco di Cuccaro Monferrato, Fabio Bellinaso - quelli che precedono e seguono l’assegnazione del Premio Liedholm, Cuccaro gode di una visibilità mediatica che, quando abbiamo ideato questo riconoscimento, nessuno di noi avrebbe potuto nemmeno immaginare. L’anno scorso, oltre ai media locali e nazionali, l’eco della cerimonia di consegna del Premio a del Bosque è arrivata anche in paesi remoti e, all’apparenza, completamente estranei alla manifestazione: abbiamo rinvenuto tracce del Premio Liedholm anche su siti web vietnamiti e del Laos. Tutto questo è senza dubbio merito dell’alto spessore dei premiati che, nel nome di Liedholm, ci hanno raggiunto in questo piccolo angolo di Monferrato, da Ancelotti a del Bosque e quest’anno Platini. Ma è merito soprattutto di Nils Liedholm, perché è il suo ricordo a chiamare personalità di tale spessore nel nostro paese. Ci siamo accorti, nel tempo, che il nome di Liedholm apre ogni porta nel calcio, a testimonianza, se mai ce ne fosse bisogno, di quanto la figura del Barone abbia significato nel mondo del calcio internazionale. Per questo, giunti alla vigilia della terza edizione del Premio Liedholm voglio ringraziare tutti quelli che ci aiutano, senza citare nessuno per non dimenticare nessuno, ma rivolgendomi a tutti. Ma soprattutto voglio ringraziare Carlo Liedholm e i suoi figli, che da subito hanno creduto con me in questo progetto, mettendo a disposizione del Premio le cantine di Villa Boemia, il materiale video fotografico riguardante carriera e vita di Nils e, soprattutto, la loro memoria nel raccontare quello che davvero Nils Liedholm era: un Uomo”.

LIEDHOLM E IL TERRITORIO:
“Accostare il nome di Liedholm al nostro territorio è un onore ed una opportunità unica di promozione. Solo nel nome del Barone è stato possibile non soltanto avvicinare ma addirittura portare sulle colline cuccaresi personaggi come Ancelotti, Del Bosque, Rivera e Platini e Baresi quest’anno. Ritengo – conclude il Sindaco di Cuccaro, Bellinaso – che questo sia un modo intelligente e soprattutto concreto di fare promozione.

IL PROGRAMMA DELLA CERIMONIA DI CONSEGNA DEL PREMIO “NILS LIEDHOLM” 2013
(il programma potrà subire variazioni in relazione all’orario di arrivo dei partecipanti)

h.17.30 – Apertura di Villa Boemia
h. 18.00 – Arrivo (previsto) di Michel Platini
h. 18.15 – Inizio della cerimonia con “pièce” di Federico Buffa sulla vita, calcistica e non, del premiato
h. 18.45 – Consegna del Premio “Nils Liedholm” 2013 a Michel Platini
h. 18.50 – Conversazione sul calcio e non solo… con Michel Platini, Franco Baresi, Ariedo Braida, Giuseppe Marotta, Alberto Cerruti, Gigi Garanzini. Modera Federico Buffa
h.19.15 – Sul filo di un gemellaggio europeo: consegna della Rosa Liddas al Sindaco di Valdemarsvik, Lars Beckman
h. 19.20 – Spazio interviste
h. 19.30 – Aperitivo-Buffet in collaborazione con l’Associazione Nobili Colline del Monferrato
9/10/2013
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus