Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Sport

La Novipiù Casale esce sconfitta dal confronto con l'Angelico Biella

Gli avversari si aggiudicano il derby 79-52. Prossimo impegno per la Junior domenica 24 novembre al PalaFerraris contro Trapani.
SPORT - Partono bene i padroni di casa che con due canestri consecutivi di Infante si portano sul 4-0 dopo 90’’ dalla palla a due. In lunetta Dillard sblocca la Junior, aprendo alla rimonta che si concretizza dopo 5' di gioco, con lo stesso americano a firmare il 4-7. Raspino firma il contro-sorpasso, Fall schiaccia il pareggio. Biella si affida a Chillo e prova a mettersi in fuga (17-11 dopo 8’), la Novipiù prova ad arginare l’offensiva dell’Angelico ma bisogna attendere i 14’ perché i liberi di Dillard muovano finalmente il punteggio in favore degli ospiti. Voskuil infila la tripla che rimette in moto Biella, Casale ricuce il gap con Dillard dalla lunetta (24-20 al 17’). Sono due canestri di Infante a ridare fiato alla corsa dell’Angelico che con il siluro dall’angolo mandato a segno da Voskuil riesce finalmente a raggiungere la doppia cifra di vantaggio (33-22 al 20’). Casale spreca troppe opportunità e caricandosi di falli consente ai padroni di casa di conservare il margine accumulato lungo tutto il secondo periodo, si va a riposo sul 35-23. Di ritorno dagli spogliatoi Martinoni prende subito per mano la squadra la carica, ma i falli fischiati agli juniorini (5 in 3’15’’) arginano l'impeto degli ospiti, che rimangono distanti (42-34). La rimonta della Novipiù è guidata dalla tripla di Casini che apre alla doppia griffe di Martinoni, che riporta la Junior a -5 (46-41 al 28’). Giovara porta Casale ad un solo possesso di distanza (46-43), ma sul più bello la Junior perde lucidità e Biella ne approfitta con Berti e Raspino per chiudere la terza fetta di gara sul 51-43. Accelerazione immediata di Biella in avvio di quarto quarto, con Hollis e Infante a firmare il 58-45. La strada verso la rimonta juniorina si complica ulteriormente quando Amato viene allontanato dal campo per un fallo su Berti lanciato in contropiede. La Novipiù accusa il colpo, l'Angelico ne approfitta per prendere il largo fino al 79-52 finale.

ANGELICO BIELLA – NOVIPIU' CASALE: 79-52 (19-13, 35-23, 51-43)
ANGELICO BIELLA: Murta, Chillo 5, Raspino 17, Laganà 5, Infante 15, Lombardi 2, Berti 8, Voskuil 19, De Vico, Hollis 4 All.: Corbani
NOVIPIU' CASALE: Casini 10, Giovara 2, Bruttini 2, Di Prampero, Amato, Dillard 13, Martinoni 13, Cutolo 1, Fall 2, Jackson 9 All.: Griccioli
ARBITRI: Gagliardi, Scudiero, Vanni Degli Onesti

GRICCIOLI: “CHIEDIAMO SCUSA AL CLUB E AI TIFOSI” - “Voglio anzitutto chiedere scusa al Club e a tutti i tifosi che sono venuti a sostenerci questa sera, potevamo e dovevamo portare in fondo la partita con un atteggiamento diverso. Non potevamo pensare di venire a Biella senza energia, dovevamo fare un tipo di partita che abbiamo fatto solo per una frazione di gara. Questa sera ho visto gli stessi errori che abbiamo commesso ad Imola, speravo che la lezione fosse servita e invece abbiamo dovuto ancora toccare con mano l'umiliazione. Può essere che i singoli episodi possano incidere, ma l'espulsione di Amato sul -14 ha pesato troppo sull'atteggiamento della squadra, una cosa che ritengo inamissibile”. 
19/11/2013
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus