Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Basket - Serie A2

La Junior scende in Sicilia, di fronte c'è la Lighthouse Trapani

Domenica, ore 18, rossoblu impegnati nella difficile trasferta siciliana. Le due squadre sono appaiate a quota 22. Indisponibile Brett Blizzard
BASKET - Casale-Trapani è uno scontro diretto in vista della corsa playoff. Entrambe le squadre, infatti, sono appaiate a quota 22 punti in classifica, con la Novipiù che però, per ora, ha lo scontro diretto a sua favore, complice il positivo risultato della gara di andata quando i ragazzi di coach Ramondino ottennero la vittoria 72-66.

GLI AVVERSARI – Reduce da una sola vittoria nelle ultime 5 partite, la Lighthouse Trapani di coach Ugo Ducarello arriva alla partita di domenica con una grande voglia di rivalsa. Gli occhi sono puntati sulla guardia americana Keddric Mays, 17.8 punti con il 41% dalla lunga distanza e 3 assist, sul centro italiano Andrea Renzi, 17.7 punti, il 58% al tiro e 7 rimbalzi e sull’ala americana Stanley Okoye (chiamato a sostituire l’infortunato Taylor Griffin), 17.7 punti con il 53% al tiro da 3, l’82% ai liberi e 8.3 rimbalzi. Completano poi il roster, la guardia Massimo Chessa, 9.8 punti con l’81% ai liberi e 3.9 rimbalzi, la guardia italiana Kenneth Viglianisi, 5.6 punti, con il 54% da 2, 1.8 rimbalzi e le due ali Gabriele Ganeto (60% da 2 e 5.1 rimbalzi) e Demian Filloy (4.8 rimbalzi e 1.7 assist).

I PRECEDENTI – Sono nove i precedenti fra le due formazioni, con 6 vittorie di Casale e 3 di Trapani. La prima sfida risale alla stagione 2002/2003 nel campionato di B1, dove la Junior vinse 85-82 (Zivic 29), bissando al ritorno 86-80 (23 punti di Formenti). La prima sfida nel campionato di A2 fu invece nella stagione 2005/2006 con un'altra doppia vittoria per Casale. L’ultima sfida risale alla gara di andata di questa stagione, con la Junior che si impose 72-66 al PalaFerraris con 15 punti di Bray.


Nel gruppo partito per raggiungere l'aeroporto di Torino e volare su Trapani, non era presente Brett Blizzard, ancora ko per i postumi della distorsione alla caviglia subita nell'allenamento di mercoledì sera. Il giocatore è rimasto in città per svolgere tutte le terapie del caso con l'obiettivo di recuperare in vista della gara di venerdì contro la Centrale del Latte Brescia, valida per i Quarti di finale della IG Basket Cup.

“Quella di Trapani è una trasferta molto difficile, - ha dichiarato coach Ramondino - innanzi tutto per la grande capacità che hanno di elevare il proprio rendimento quando giocano in casa, segnano più punti con una migliore percentuale da 2 e da 3 e distribuiscono più assist. Questi sono indicatori numerici della capacità che ha questa squadra di esaltarsi e produrre gioco di alta qualità, sul proprio campo. Una squadra che come noi viene da un momento difficile per gli infortuni, ma che nelle difficoltà ha saputo costruire un’identità difensiva più marcata e ha dimostrato di poter vincere partite non solo a punteggio alto, ma anche a punteggio più basso. Ha un gruppo di giocatori molto esperti, di talento e fisicità. Ha un allenatore che pone molta attenzione sulla preparazione della partita e su quelli che sono gli aspetti tattici e strategici nel corso del match. Tutte queste insidie devono far tenere il livello della guardia altissimo. La squadra ha lavorato con grande intensità pur nei soliti problemi di natura fisica ed è stata una settimana importante per cercare di puntualizzare degli aspetti che dobbiamo provare già a mettere in campo da domenica e così costruirci un buon finale di stagione”.
28/02/2016
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus