Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Basket

Junior, ultima prova d'orgoglio

Infrasettimanale di campionato per la Novipiù, che al PalaFerraris ospita la Virtus Bologna. Una vittoria potrebbe non bastare per evitare la retrocessione
Siamo con ogni probabilità al capitolo finale dell'avventura. Davanti al proprio pubblico, la Junior affronta una delle franchige più blasonate del basket italiano, la Virtus Bologna, in quella che potrebbe essere dal punto di vista aritmetico l'ultima partita in Serie A: una sconfitta, o comunque un risultato parallelo a quello di Teramo, renderebbe inutili le ultime apparizioni, persino quel confronto con Teramo alla penultima giornata che dai più ottimisti era stato indicato come il momento decisivo di tutta la stagione. Non sarà cosi, salvo ribaltamenti che allo stato attuale avrebbero del miracoloso. Finchè c'è una goccia di speranza, però, questa squadra ha il dovere di crederci, motivo per cui contro la Virtus dovrà scendere sul parquet un quintetto spregiudicato, che non ha nulla da perdere, che vuole uscire da questa Serie A a testa altissima. Non sarà semplice avere la meglio sui bolognesi: Koponen e compagni hanno schiantato 84-66 Caserta nell'ultimo turno domenicale, raccogliendo cosi la sedicesima vittoria in regular season, che consente alle "V nere" di occupare il settimo posto in classifica, solamente a due lunghezze dal duo Venezia-Sassari, motivo per cui gli ospiti arriveranno al "PalaFerraris" con il coltello tra i denti. Dei bolognesi impressionano alcuni singoli: Sanikidze, nazionale georgiano, è in assoluto il miglior rimbalzista del torneo (7.9 a partita), ennesimo traguardo personale per un atleta che ha vinto in altri campionati gare di schiacciate (in Georgia ed Estonia) e che è stato scelto otto anni fa da Atlanta (poi girato a San Antonio) nel draft NBA. Koponen, invece, è il best scorer dell'organico bolognese, ad una media di 13.4 a partita. Il cervello del roster bolognese è Poeta, nazionale dal 2007 e miglior assistman tra i suoi, con 4.1 lettere messe in buca di media. Numeri importanti, per una compagine che in estate era partita con grandissime ambizioni, al punto di voler portare Kobe Bryant in Italia nella logica del lockout NBA, e che alla fine dei conti è riuscita a fare una onestissima regular season. Battere gli uomini di Finelli, già di per sè impresa notevole per questa Novipiù, potrebbe non essere sufficiente dato il vantaggio considerevole di Teramo. Inutile quindi costruirsi finti castelli, mercoledi sera si dovrà tornare all'era del baratto: orgoglio in cambio di applausi, una standing ovation per quanto fatto negli ultimi anni da una società che tra poco dovrà pensare a come riprogettare.

MARTINONI L'EX, JANNING SUONA LA CARICA - Sarà una sfida contro il suo recente passato per Nicolò Martinoni, ala varesina classe '89 e nazionale under20 che ha iniziato la stagione proprio tra le fila del club emiliano nel quale ha militato dall'estate 2010, per poi risolvere a fine novembre il contratto e giungere in terra monferrina. Con la Novipiù alti e bassi, le medie di "Bulbo" non sono eccezionali: 1.4 punti, 1.4 rimbalzi e 7.4 minuti giocati a partita. Dati antitetici per un ragazzo considerato fino a qualche anno fa una delle più grandi promesse del basket italiano (fu uno dei protagonisti della risalita di Varese dalla LegaDue alla massima serie, in cui ha debuttato nel 2006, giovanissimo, con la canotta di Treviso). Suona la carica, attraverso il sito ufficiale, Matt Janning, ormai pienamente ristabilito dall'infortunio: "Per noi è una partita senza domani: la potremo vincere giocando con questo spirito, mettendo tutte le energie che abbiamo sul campo. Bologna ha dimostrato già all'andata il suo valore, è una squadra combattiva e a Casale cercherà punti per scalare la classifica. Due nomi su tutti? Dovremo stare molto attenti al dinamismo di Poeta e al talento di Koponen". Palla a due al PalaFerraris, alle ore 18.15.
24/04/2012
Riccardo Robotti - riccardo.robotti@alice.it
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus