Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Castelceriolo

No Tav, anche la Fraschetta si mobilita

Giovedì 29 assemblea a Castelceriolo in vista dell'avio dei lavori per la linea alta velocità Genova - Milano. In Fraschetta saranno depositati le prime terre da scavo, il cosiddetto smarino. I No Tav lanciano l'allarme per la presenza di amianto nelle rocce
CASTELCERIOLO - A partire dalle prime settimane di settembre vorrebbero incominciare i lavori di costruzione della linea Tav,  Terzo Valico dei Giovi che interessa i comuni della Valle Scrivia da Arquata fino a Pozzolo. Ma interesserà anche i sobborghi di Alessandria, destinati ad ospitare i primi carichi ci "smarino", il materiale proveniente dagli scavi del maxi tunnel e delle gallerie di servizio. 
L'indicazione della piattaforma autorizzata per il deposito del materiale a Spinetta Marengo (la Sap) è contenuta nello stralcio di progetto del primo lotto. 
"Lo smarino (il materiale di risulta degli scavi) che conterrà alte percentuali di amianto, come ammesso anche dal tavolo tecnico della Regione Piemonte, finirà in discarica o in centri autorizzati al riciclo di rifiuti inerti, in attesa che si decida quali saranno le cave autorizzate in via definitiva. 73.684 metri cubi di questo smarino finiranno presso la Sap (Servizi Ambientali Piemontesi) di Spinetta Mareng, situata fra i sobborghi di Spinetta, Cascinagrossa e Castelceriolo. Metri cubi di smarino che proverranno dai cantieri di Voltaggio, Fraconalto e Arquata dove maggiore è proprio la presenza di amianto", spiegano gli attivisti contrari all'opera.
"Nonostante la tragedia dell'Eternit di Casale Monferrato, il Cociv (consorzio costruttore del Terzo Valico) e i politici che lo sostengono non vogliono rinunciare alla costruzione di un'opera inutile e nociva per la salute dei cittadini interessati dal progetto e per quelli dove sorgeranno le cave destinate ad ospitare lo smarino.
Come già fatto nei comuni del Basso Piemonte è arrivato il momento di organizzarsi per difendere la nostra salute e quella dei nostri figli e per obbligare l'amministrazione comunale di Alessandria a vietare che i camion contenenti lo smarino possano raggiungere la SAP di Spinetta Marengo".
L'incontro è previsto per giovedì 29 agosto alle 21 al Cinema Teatro Macallè, di Castelceriolo in via Marsala 1/A
21/08/2013
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
 Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film
Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film