Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Frassineto Po

Domani l'addio ad Angelo Muzio

Rito civile e religioso per l'esponente politico stroncato improvvisamente ieri da un malore. Parteciperà anche Nerio Nesi. La camera ardente dalle 9 di domani nel Municipio di Frassineto Po
FRASSINETO PO - I funerali di Angelo Muzio si svolgeranno domani, giovedì, a Frassineto Po dove alle 9 aprirà la camera ardente nella sede del Municipio. Alle 10.30 si svolgerà il rito civile nella piazza ddel Comune e alle 11.30 quello religioso nella parrocchia di Frassineto Po. Durante il rito civile la figura di Angelo Muzio verrà ricordata da  Matteo Vargiolu, consigliere del Comune di Casale Monferrato, da Rita Rossa, presidente della Provincia e sindaco di Alessandria, da Simone Gay, vcesindaco di Frassineto Po, e da Nerio Nesi. Muzio era anche membro del Congresso dei poteri locali e Regionali del Consiglio d’Europa a Strasburgo. Inoltre, fino a poche settimane fa, prima di dimettersi, era a capo della segreteria del Partito democratico casalese.
Muzio è stato stroncato ieri mattina da un malore improvviso. Ex senatore, vicepresidente della Provincia e già sindaco di Frassineto Po, esponente del Pd, Muzio era nato il 3 maggio 1959 e aveva cominciato la sua attività come sindacalista della Camera del Lavoro. Era stato eletto per la prima volta alla Camera nel 1992 e riconfermato nel '94 e '96. Esponente di Rifondazione Comunista nel 1998 aveva aderito al Partito dei comunisti italiani. Nel 2001 era tornato in Parlamento, stavolta in Senato in quota al Pdci, aderendo poi ai Verdi. Durante il periodo di sindaco di Frassineto Po (1995-2004) aveva celebrato le nozze di Oliviero Diliberto e Nerio Nesi (politico, banchiere, a lungo esponente del Partito socialista, ministro)

"Dopo trent'anni di percorso o parallelo o insieme, un dolore grandissimo. Un bravissimo amministratore, legatissimo al territorio, ha rappresentato il Monferrato in Parlamento e in Provincia sempre con lo spirito del sindaco. Autenticamente di sinistra è sempre stato sincero ponte con il mondo moderato del centrosinistra" sono le parole di Paolo Filippi, già presidente per due mandati della Provincia, che commenta così la scomparsa di Muzio.
"La prematura scomparsa di Angelo Muzio priva il nostro territorio di un politico appassionato e di un amministratore onesto, capace e competente. Il suo lungo impegno di militanza nella sinistra italiana è sempre stato rivolto a sostenere tutte le quelle iniziative e quelle politiche che andassero nella direzione della giustizia sociale e della solidarietà. Un messaggio di una politica forte e autorevole che Muzio ha trasmesso con passione e intelligenza anche nei suoi più recenti ruoli di autorevole dirigente del Partito Democratico". Lo scrive in una nota il senatore Pd, Federico Fornaro.
 
Il sindaco di Alessandria e presidente della Provincia, Rita Rossa, ricorda così Angelo Muzio. "Angelo Muzio amava l’infinità degli ideali e aveva certamente una visione alta, ma allo stesso tempo apprezzava le cose semplici, altrettanto profonde e belle. Di lui ricordo l’inizio dell’attività come sindacalista alla Camera del Lavoro e di lui non posso non sottolineare i prestigiosi incarichi nel Parlamento italiano: sempre però le sue battaglie, le sue prese di posizione, la sua testimonianza politica e il suo servizio istituzionale denotavano un profondo attaccamento al territorio, sia quello del suo Monferrato, sia quello complessivo della Provincia alessandrina. Proprio in questo ambito istituzionale abbiamo condiviso un lungo tratto di percorso, soprattutto nell’ultimo biennio, con una collaborazione stretta e tanto proficua quanto appassionata nel rappresentare le esigenze e le aspettative della nostra Provincia. Angelo Muzio è stato un amministratore che ha sempre denotato un grande rispetto delle e per le Istituzioni democratiche e, nell’assumere le proprie scelte amministrative, non ha mai dimenticato i valori della giustizia sociale, dell’equità e della tutela dei più deboli. L’attaccamento a questi valori è stato sottolineato anche in un momento particolarmente complesso quando, a seguito della recente riforma, si è dovuto riorganizzare funzionalmente l’ente Provincia. Anche in questa contingenza, Angelo Muzio ha rimarcato l’esigenza di una rappresentanza convinta”.




18/01/2017
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



La Barbera Incontra 2018 - Tre giorni di Musica, spettacolo, dibattiti e divertimento
La Barbera Incontra 2018 - Tre giorni di Musica, spettacolo, dibattiti e divertimento
Passodopopasso Attraverso i miei occhi - Un aiuto per Karoona
Passodopopasso Attraverso i miei occhi - Un aiuto per Karoona
Arturo Brachetti incontra Osvaldo Guerrieri per l'anteprima di Passepartout Festival
Arturo Brachetti incontra Osvaldo Guerrieri per l'anteprima di Passepartout Festival
La Barbera Incontra 15-16-17 giugno 2018 San Damiano d'Asti
La Barbera Incontra 15-16-17 giugno 2018 San Damiano d'Asti
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" a Valenza domenica 17 giugno
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" a Valenza domenica 17 giugno
Carrà, Carrà, ancora Carrà...
Carrà, Carrà, ancora Carrà...