Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Provincia

"Dopo le emergenze al pronto soccorso, prioritarie nuove assunzioni"

A dirlo è l'assessore regionale alla Sanità, Antonio Saitta, dopo un incontro con i vertici piemontesi del Simeu, la Società italiana di medicina di emergenza ed urgenza. “Ho voluto incontrare chi davvero ha dovuto affrontare direttamente l’emergenza in queste settimane. Abbiamo condiviso l’esigenza di aumentare prioritariamente il numero di personale sia medico che infermieristico nei pronto soccorso"
 PROVINCIA - Nel pomeriggio di venerdì 27 gennaio l’assessore regionale alla Sanità Antonio Saitta ha incontrato i vertici piemontesi del Simeu, la Società italiana di medicina di emergenza ed urgenza, rappresentata dalla nuova presidente Roberta Petrino, che è anche numero uno dell’Eusem, la European Society for Emergency Medicine, ed il suo predecessore Franco Aprà.

L’incontro è servito per fare il punto della situazione al termine del picco influenzale che ha interessato il Piemonte nelle settimane delle festività natalizie, la cui incidenza, come confermano gli ultimi dati del Servizio di riferimento regionale di epidemiologia (Seremi), continua a scendere gradualmente.

"Nonostante un numero di accessi consistente e ben superiore alla norma del periodo, il sistema dei pronto soccorso negli ospedali piemontesi ha nel complesso tenuto". Lo attestano anche i risultati, tutti positivi, delle ispezioni compiute negli ultimi giorni dai Nas nelle strutture della nostra regione.

“Ho voluto incontrare chi davvero ha dovuto affrontare direttamente l’emergenza in queste settimane - spiega l’assessore Saitta - e formulare loro un ringraziamento per come è stata gestita la situazione. Con i vertici del Simeu abbiamo condiviso l’esigenza di aumentare prioritariamente il numero di personale sia medico che infermieristico nei pronto soccorso, cosa che faremo con le prossime assunzioni previste. Abbiamo anche condiviso che la strada della maggiore interazione tra chi lavora nella emergenza urgenza e chi opera nei distretti territoriali rappresenta una strada maestra per costruire anche nella popolazione una nuova consapevolezza verso la rete di assistenza territoriale”.
28/01/2017
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Piantagione di marijuana nelle campagne di Lu Monferrato
Piantagione di marijuana nelle campagne di Lu Monferrato
Arti tra le mani
Arti tra le mani
Chaves legge Dante
Chaves legge Dante
Incendio a Mandrogne
Incendio a Mandrogne
Sentiero 748: il percorso ad anello sulle cime di Mombello
Sentiero 748: il percorso ad anello sulle cime di Mombello
Sentiero 735: il giro dei colli di Conzano
Sentiero 735: il giro dei colli di Conzano