Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Casale Monferrato

Molte indicazioni dagli Stati Generali per valorizzare il Monferrato

Nella sessione pomeridiana il Laboratorio delle Proposte moderato da Eugenio Bruti Liberati
CASALE MONFERRATO - La seconda sessione degli Stati Generali del Monferrato ha avuto come protagonisti diversi contributi dai quali sono venute proposte concrete per procedere operativamente sotto l'aspetto della valorizzazione del territorio monferrino. A moderare è stato Eugenio Bruti Liberati, docente di diritto amministrativo dell'Università del Piemonte Orientale che ha anticipato alcune linee di intervento frutto dell'elaborazione degli studi dell'ateneo, che verranno illustrati in un momento successivo. Il Laboratorio vero e proprio è stato aperto dall'intervento di Massimo Iaretti, coordinatore della comunicazione territoriale degli Stati Generali che ha evidenziato la necessità di coinvolgere in modo attivo gli organi di informazione per fare capire il significato dell'iniziativa e ha inoltre fatto alcune proposte operative dall'elaborazione degli "Itinerari dei Gonzaga di Monferrato" in vista di Expo 2015, alla rivalutazione dell'idea del Distretto dei vini, alla proposta dell'associazione chivassese Identità Comune sulla stazione alta velocità Porta del Canavese e del Monferrato. Poi il presidente dell'Associazione dei Comuni del Monferrato, Riccardo Triglia ha enumerato le diverse iniziative messe in campo dal sodalizio a sostegno dei comuni associaati e ricordato la decisione delle varie Unioni del Casalese di non aspettare il 2014 per conferire le funzioni obbligatorie. Marco Buoni, vice presidente dell'Associazione italiana tecnici del freddo ha illustrato il programma "Casale Capitale del freddo", mentre Maria Luisa Torre direttore del Consorzio Mondo ne ha illustrato le peculiarità. Poi Andrea Desana, presidente del Comitato promotore per i 50 anni della Doc, ha esaltato il vino come veicolo di promozione del territorio. Il consigliere comunale Massimo De Bernardi, invece, ha ribadito la necessità di  un marchio che contraddistingua il territorio ed i suoi prodotti. Infine, nel concludere una giornata piuttosto intensa, il sindaco Demezzi ha ripetuto quanto detto alla mattina, ovvero che andrà creato un comitato che supporti l'iniziativa e che ne segua le fasi successive, facendo tesoro dei suggerimenti e delle idee che sono venute a galla in questa occasione.
22/11/2013
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



La Barbera Incontra 2018 - Tre giorni di Musica, spettacolo, dibattiti e divertimento
La Barbera Incontra 2018 - Tre giorni di Musica, spettacolo, dibattiti e divertimento
Passodopopasso Attraverso i miei occhi - Un aiuto per Karoona
Passodopopasso Attraverso i miei occhi - Un aiuto per Karoona
Arturo Brachetti incontra Osvaldo Guerrieri per l'anteprima di Passepartout Festival
Arturo Brachetti incontra Osvaldo Guerrieri per l'anteprima di Passepartout Festival
La Barbera Incontra 15-16-17 giugno 2018 San Damiano d'Asti
La Barbera Incontra 15-16-17 giugno 2018 San Damiano d'Asti
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" a Valenza domenica 17 giugno
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" a Valenza domenica 17 giugno
Carrà, Carrà, ancora Carrà...
Carrà, Carrà, ancora Carrà...