Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Casale Monferrato

Eternit bis: delusione per la scelta, ma si va avanti

Il processo è sospeso sino a quando la Corte Costituzionale non si pronuncerà e i tempi, in ogni caso, si dilateranno per almeno un anno. Delusione per la scelta di non scegliere, ma forte volontà di andare avanti
CASALE MONFERRATO  – La magistratura giudicante ha scelto di non scegliere, con il rinvio alla Corte Costituzionale e la conseguente delusione per una richiesta di giustizia inappagata. Queste sono le sintesi delle diverse reazioni del mondo politico casalese dopo la lettura dell’ordinanza del gup di Torino, Federica Bompieri, che manda a Roma gli incartamenti del processo affinché la Corte valuti se sia o meno costituzionale la questione del ne bis in idem, ovvero se si debba prendere a riferimento il fatto giuridico, come descritto dall’articolo 649 del codice di procedura penale, oppure se il riferimento sia il fatto storico della Convenzione europea dei diritti dell’uomo.

Il più esplicito nel paragonare il gup, che ha deciso con dieci giorni di ritardo sul ciclo di udienze preliminari previsto, a Ponzio Pilato, è Luigi Ferrando della Uil, che evidenzia come “scontiamo ancora una volta le ambiguità del nostro sistema giudiziario. Per un verso siamo di fronte all’eterno dilemma tra natura del crimine e relative prescrittibilità. Nell’affermare la nostra delusione per questo allungamento dei tempi, non possiamo non riaffermare la nostra volontà a perseguire ogni strada possibile per raggiungere una giustizia che riteniamo sacrosanta ed irrinunciabile”. Non ha tardato a farsi sentire il sindaco di Casale Titti Palazzetti, a Torino insieme ad altri primi cittadini del territorio -Terruggia, Mirabello, San Giorgio Monferrato - ed al sindaco di Rubiera, altra città martire. E anche per Palazzetti la parola d’ordine è non mollare: “la strada è ancora in salita, ma continueremo a perseverare per avere giustizia. Ora, bisognerà attendere che la Corte Costituzionale si pronunci: i tempi inevitabilmente si allungheranno, ma la città ha dimostrato più volte una ferma determinazione. Continueremo, tutti uniti e a fianco dei cittadini, a cercare giustizia”.

Sulla stessa linea il deputato casalese Cristina Bargero, che dichiara di provare "un forte senso di tristezza per tutte le vittime e i loro familiari che ancora una volta, dopo la sentenza shock dello scorso novembre, si trovano, insieme a tutta la nostra comunità, di fronte ad una ingiustizia che sembra non voler avere fine. Ora dobbiamo tutti quanti monitorare la situazione e rimanere fiduciosi che la Corte Costituzionale riconosca le ragioni di tutte quelle persone che chiedono da anni giustizia per una strage per cui ancora Casale Monferrato e tutta la zona del casalese sta pagando le conseguenze.". Fabio Lavagno (deputato Pd) pone l’accento sul fatto che sentenze e condanne riferite all'uso di amianto in produzioni e sui luoghi di lavoro, nelle settimane e nei giorni scorsi, hanno avuto ben altro esito.

L'insoddisfazione riferita al caso Eternit è resa ancora più cocente, se si considera che la diretta responsabilità dell'imputato Stephan Schmidheiny non è mai stata messa in discussione in ogni sentenza, e settimanalmente le vittime di quel disastro ambientale aumentano con tragica evidenza. È quanto mai importante che il processo non si interrompa, così come è rilevante che nell'attesa del pronunciamento dei giudici costituzionali la Procura di Torino abbia dichiarato l'intenzione di aggiungere al procedimento altri 94 casi.
25/07/2015
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Maurizio Vandelli in concerto al Festival Contro 2018
Maurizio Vandelli in concerto al Festival Contro 2018
Cristiano De Andr? apre il Festival contro 2018 a Castagnole Lanze
Cristiano De Andr? apre il Festival contro 2018 a Castagnole Lanze
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Biodigestore Carentino: il presidio contro il progetto durante la Conferenza dei Servizi
Biodigestore Carentino: il presidio contro il progetto durante la Conferenza dei Servizi
Maurizio Vandelli a Castagnole Lanze per Festival Contro 2018
Maurizio Vandelli a Castagnole Lanze per Festival Contro 2018
Cristiano De André canta De André al Festival Contro 2018
Cristiano De André canta De André al Festival Contro 2018