Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Novi Ligure

Tassa rifiuti, la protesta dei sindacati

Riceviamo dalla Rsu Cgil e Uil dei dipendenti comunali e pubblichiamo la seguente lettera, a proposito del pagamento della tassa rifiuti
NOVI LIGURE – Giorni di scompiglio a palazzo comunale a seguito del tam tam che in pochi giorni ha portato a conoscenza i cittadini del Comune di Novi Ligure che entro il 16 dicembre dovranno provvedere al versamento della maggiorazione allo Stato per la parte relativa alla Tarsu. Ma la cosa assurda è che tale importo dovrà essere conteggiato dal contribuente! Infatti il bollettino precompilato a casa non arriverà, perché Novi Ligure è stato l’unico comune della provincia di Alessandria a non inviare avvisi di pagamento ai cittadini.

La notizia relativa alla maggiorazione sulla tassa rifiuti è stata messa sul sito internet istituzionale, ovviamente tagliando fuori dalla notizia gran parte dei cittadini, perché non tutti hanno la possibilità di accedere a certi mezzi di comunicazione. Una decisione presa dall’amministrazione dietro suggerimento del dirigente dei servizi finanziari. Sì, proprio lui, quello che – grazie a un decreto a firma del sindaco e del segretario generale – viene premiato nonostante non abbia raggiunto gli obiettivi posti dall’amministrazione.

Un decreto nel quale il sindaco (dietro segnalazione del segretario generale che parla di verosimile penalizzazione) si prende la briga di sostituirsi al Nucleo di Valutazione, pagato apposta per valutare oggettivamente l’operato dei singoli dirigenti. Questo decreto invece cosa fa? Modifica la valutazione del dirigente, facendo in modo che venga comunque premiato, aumentando il punteggio assegnatogli dal Nucleo di Valutazione di oltre 200 punti.

Adesso ci viene da domandarci: chi paga le conseguenze di questa manovra? In primis la cittadinanza che giustamente ha bisogno di assistenza e che subisce un enorme disagio, ma anche i dipendenti che devono gestire questo afflusso eccezionale di pubblico. Così il cittadino si trova a fare lunghe code davanti agli sportelli comunali per la compilazione e poi in banca o in posta per il relativo versamento, e il dipendente comunale precettato, a sostegno dei colleghi in affanno, per lavoro straordinario rispetto al proprio ruolo, perché facente parte di ufficio diverso da quello direttamente interessato.

Naturalmente di tutto questo il dirigente pare non preoccuparsi, perché c’è chi sta cercando di sopperire al problema. E l’amministrazione sembra avere perso il contatto con la realtà della gente comune, non è più in grado di ascoltare la cittadinanza né i suoi dipendenti che ogni giorno con fatica, in carenza di organico e con poche risorse, cercano di fornire dei servizi degni di chiamarsi con questo nome.

Quindi, per rispondere anche a qualche cittadino che ha posto la domanda: sì, l’autore di tutto questo disservizio e marasma, verrà comunque premiato, percepirà il premio (si veda decreto del sindaco di cui sopra), mentre a chi invece ha davvero lavorato e si è impegnato a fare oltre il proprio lavoro, il dipendente comunale, non certo fautore di questa situazione, ma semplice esecutore di tutto quello che gli viene ordinato, oltre a “metterci la faccia” e farsi carico anche delle rimostranze derivanti dalle scelte infelici di questa amministrazione, non si vede corrisposta la retribuzione accessoria rispetto a una prestazione già resa. Ma cosa dicono di tutto questo i candidati a sindaco?
14/12/2013
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
 Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film
Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film