Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Novi Ligure

Spazzatura in via Garibaldi: "Stanchi di rimediare alla maleducazione altrui"

Dai residenti di via Garibaldi a Novi Ligure la segnalazione di continui abbandoni di rifiuti ingombranti: "Noi chiamiamo, i netturbini puliscono e il giorno dopo siamo daccapo"
NOVI LIGURE – Riceviamo e pubblichiamo da parte di una nostra lettrice residente in via Garibaldi a Novi Ligure.

Ormai da molti mesi viviamo una preoccupante emergenza rifiuti. Mi riferisco ai cassonetti per la raccolta di plastica, carta e vetro che sono di fronte allo sfortunato monumento alla “Divisione Acqui” (sfortunato perché è diventato punto di raccolta di giovani balordi che lo usano come sedile o come toilette alla faccia delle numerose segnalazioni fatte alla polizia municipale).

Da mesi, ogni settimana vengono depositati montagne di rifiuti ingombranti accanto ai cassonetti (mobili rotti, materassi, scatole piene di oggetti di ogni genere). Da mesi, a turno, telefoniamo al numero verde (che offre, gratuitamente, un ottimo servizio di raccolta rifiuti) e ogni volta assistiamo alla stessa scena (l’ultimo episodio si è verificato il 2 e 3 gennaio scorso). Al mattino i rifiuti vengono raccolti e il giorno dopo c’è una nuova montagna di oggetti scassati che vengono depositati nottetempo.
A complicare ulteriormente la situazione ci sono molti disperati che alla sera si avventano sulla montagna di rifiuti alla ricerca di qualche oggetto ancora utilizzabile svuotando e spargendo ovunque il contenuto delle scatole.

L’ultima chicca si è verificata la sera del 31 dicembre: uno dei cassonetti per la raccolta della carta è andato a fuoco probabilmente perché è stato riempito di petardi. Ora lo scheletro bruciato giace in mezzo agli altri cassonetti e ci chiediamo quando sarà sostituito.

La situazione è diventata veramente insostenibile e sono certa che questa non è l’unica zona di Novi a vivere questa triste realtà. Purtroppo il senso civico non è più un valore dei nostri giorni ma siamo stanchi di sopperire alla maleducazione e al menefreghismo altrui.

La centralissima via Garibaldi è ormai come una delle periferie dei peggiori quartieri delle grandi città: rischia di diventare una discarica a cielo aperto oltre che luogo di raccolta di teppisti e balordi che ormai agiscono indisturbati e ai quali si ha timore di passare accanto.

Lancio un appello a tutti coloro che risiedono in questa zona; vi prego di non chiamare più il numero verde e di lasciare che la spazzatura continui ad accumularsi. Vedremo se alla fine questa vergognosa situazione porterà a cercare soluzioni concrete per risolvere il problema (installazione di telecamere?).

Giuseppina Tolino
 
8/01/2018
Giuseppina Tolino - novionline@novionline.net
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
La Barbera Incontra 2018 - Tre giorni di Musica, spettacolo, dibattiti e divertimento
La Barbera Incontra 2018 - Tre giorni di Musica, spettacolo, dibattiti e divertimento
Passodopopasso Attraverso i miei occhi - Un aiuto per Karoona
Passodopopasso Attraverso i miei occhi - Un aiuto per Karoona
La Barbera Incontra 15-16-17 giugno 2018 San Damiano d'Asti
La Barbera Incontra 15-16-17 giugno 2018 San Damiano d'Asti
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" a Valenza domenica 17 giugno
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" a Valenza domenica 17 giugno
Carrà, Carrà, ancora Carrà...
Carrà, Carrà, ancora Carrà...