Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Provincia

Trasporto pubblico: "dopo i tagli è necessario ridisegnare il sistema”

I conti sul trasporto pubblico locale non tornano: la reintroduzione di alcune corse e l'addebito dell'Iva fanno “sballare” di 600 mila euro i costi. Per i sindacati “è necessario ridisegnare completamente il sistema con economie di scala e la compartecipazione di Scat all'acquisto del materiale di consumo”
PROVINCIA - I conti sul trasporto pubblico locale non tornano: la reintroduzione di alcune corse ad agosto e settembre e l'addebito dell'Iva fanno “sballare” di 600 mila euro i costi. E' l'allarme che lancia la Provincia durante l'incontro di ieri con le aziende del trasporto e, subito dopo, con i sindacati.
L'una tantum concesso dalla Regione sul 2013 di 950 mila euro, quindi, non basta a preservare il Tpl dai tagli che saranno inevitabili, già a partire dal prossimo mese di novembre.

“Dalla proiezione effettuata dalla Provincia di Alessandria rispetto al volume di traffico prospettato a gennaio 2013 di 7.400.000 chilometri ci sarebbe un'incongruenza di circa 200.000 chilometri frutto del reinserimento ordinato dalla Prefettura nell'agosto 2013”, spiega Giuseppe Santomauro di Filt Cgil.

“Sballano” 150.000 chilometri a cui vanno ad aggiungersi le corse ripristinate nel settembre 2013 su richiesta sindacale. Se il costo di percorrenza a chilometro è di 1,50 euro, in totale si è registrato un incremento di costi di 300 mila euro “al quale va aggiunto il nuovo scherzetto regionale dell'addebito del 50% dell'Iva che produce un incremento di costi sul trasporto di circa 600.000 euro”. Lo aveva spiegato il vicepresidente della Provincia e assessore al Bilancio Gianfranco Comaschi in sede di discussione di bilancio:”tradizionalmente” la Regione si sobbarcava l'onere dell'Iva, da quest'anno la voce viene scorporata e i trasferimenti si intendono comprensivi dell'imposta. Quindi la misura effettiva del trasferimento risulta inferiore.
“La proposta della Filt Cgil per affrontare questa emergenza e quella 2014 – prosegue Santomauro - è quella di proporre immediatamente l'apertura di un tavolo tra tutti i soggetti con delega trasporti: Provincia e comune di Alessandria, comune Casale Monferrato, comune di Novi e parti sociali, così da poter ridisegnare completamente il trasporto pubblico locale proponendo economie di scala tra le varie aziende con una perfetta integrazione tra bus e treni ed, all'interno del Consorzio Scat, la condivisione dei costi con l'acquisto comune dei materiali di consumo”.
29/10/2013
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Maurizio Vandelli in concerto al Festival Contro 2018
Maurizio Vandelli in concerto al Festival Contro 2018
Cristiano De Andr? apre il Festival contro 2018 a Castagnole Lanze
Cristiano De Andr? apre il Festival contro 2018 a Castagnole Lanze
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Biodigestore Carentino: il presidio contro il progetto durante la Conferenza dei Servizi
Biodigestore Carentino: il presidio contro il progetto durante la Conferenza dei Servizi
Maurizio Vandelli a Castagnole Lanze per Festival Contro 2018
Maurizio Vandelli a Castagnole Lanze per Festival Contro 2018
Cristiano De André canta De André al Festival Contro 2018
Cristiano De André canta De André al Festival Contro 2018