Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Basket - Serie A2

Nel ricordo di Luigino Fassino, la Bertram vince il primo derby al PalaOltrepo contro Casale

Alla Novipiù non basta un secondo tempo di grande carattere: Tortona conquista la vittoria e la dedica a Luigino Fassino, scomparso nella notte tra sabato e domenica
VOGHERA - Vittoria, dedicata a Luigino Fassino, di grande carattere della Bertram Derthona che, costretta a rinunciare a Garri, conduce il derby della provincia per la sua quasi totalità, resistendo a tutti i tentativi di rimonta di Casale. Per la prima volta in otto derby di Serie A2 tra Derthona e Casale è la squadra di casa a trionfare. 

Avvio di gara di marca bianconera: le giocate di Spizzichini, Bertone e Alibegovic portano la Bertram sul 7-2 al 3’ e costringono coach Ferrari a fermare il gioco. Dopo avere toccato il massimo vantaggio sul +11 (13-2), il Derthona subisce il parziale rientro di Casale, guidato da Cesana e Musso: il gioco da tre punti di Lydeka chiude la prima frazione sul 18-10. 

Nella seconda frazione permane l’equilibrio in campo tra le due squadre: gli ospiti accorciano poi con una tripla di Musso, che vale il 24-18 del 14’; coach Ramondino interrompe il gioco. In uscita dal time-out i bianconeri stringono le maglie in difesa e producono un nuovo break, chiuso dalla schiacciata in contropiede di Ndoja (34-22 al 17’): questa volta è Casale a fermare le operazioni. Dopo il minuto di sospensione la formazione di coach Ferrari torna a contatto con i canestri da tre punti di Musso e Cesana, che fissano il punteggio sul 34-31 dell’intervallo. 

Nella terza frazione la Novipiù trova il pareggio a quota 39 (al 24’) con il canestro di Italiano, prima che le giocate di Spizzichini e Blizzard diano il nuovo vantaggio alla Bertram (44-42 al 27’). Nel finale di terzo quarto Martinoni dà il vantaggio agli ospiti: al 30’ il punteggio è 48-49. 

In avvio di ultimo periodo i bianconeri aumentano l’intensità della propria difesa e, grazie anche ad alcune palle recuperate, producono un parziale di 6-0 che vale il 54-49 del 34’ e costringe coach Ferrari a fermare il gioco. Casale torna a un solo possesso di distanza con i canestri di Tinsley (56-53 al 36’); sono poi tre liberi di Bertone a rimettere due possessi pieni tra le squadre (62-56 a 1’36” dalla fine). Sull’attacco della Junior viene fischiato fallo a rimbalzo a Italiano: ne nasce una rissa che coinvolge lo stesso Italiano e Ndoja, che vengono espulsi. La Bertram ritrova la doppia cifra di vantaggio (66-56) con i liberi di Alibegovic e amministra il vantaggio grazie alla grande precisione a cronometro fermo. Il Derby è ancora bianconero, il finale è 70-62.  


BERTRAM TORTONA - NOVIPIU' CASALE MONFERRATO: 70-62 (18-10; 34-31; 48-49) 

Bertram Derthona: Alibegovic 15, Cremaschi ne, Blizzard 10, Buffo ne, Ndoja 7, Ugolini ne, Lusvarghi 2, Viglianisi 2, Bertone 17, Gergati 3, Spizzichini 7, Lydeka 7. All. Ramondino   
Novipiù Casale: Tinsley 7, Banchero ne, Musso 17, Valentini 6, Cesana 8, Denegri, Battistini ne, Martinoni 10, Pinkins 1, Giovara ne, Italiano 13, Lazzeri ne. All. Ferrari 


Le parole di coach Ramondino: "Devo fare i complimenti ai miei giocatori. Una partita che potrei definire eroica. Era una giornata non bella per il Derthona. La scomparsa di Fassino non può essere mitigata con una vittoria, ma se per trenta secondi qualcuno è riuscito a godersi questa serata quesra per noi è una cosa molto importante. Dal punto di vista tecnico è stata una partita molto dura. Nonostante le difficoltà che ci ha creato Casale siamo riusciti a lottare sui rimbalzi e a essere più intellegenti in attacco senza rimanere incastrati nella loro difesa. Nel terzo quarto siamo rimasti troppo distanti dai loro esterni, ma siamo riusciti a rifare poi tutte le cose per bene fino alla fine"

Le dichiarazioni di coach Mattia Ferrari: "Penso che abbiamo giocato ancora una volta una partita solida, una pallacanestro in cui siamo in grado di risalire dai momenti negativi e giocarcela praticamente fino all'ultimo possesso. Dal punto di vista della volontà e del desiderio non ho nulla rimproverare alla squadra, siamo stati puniti nel finale dalla difesa tortonese che ha messo in campo una fisicità importante e noi non siamo stati in grado di trovare tiri agevoli".
17/02/2019
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
 Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film
Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film