Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Molinari: "Marketing territoriale? Prima pensiamo almeno all'ufficio turistico"

L'assessore al turismo della Giunta Cuttica annuncia una revisione degli orari per lo Iat, e in prospettiva un suo potenziamento: "c'è molto da fare per la città, ma bisogna partire dalle cose semplici. Oggi non siamo neppure al livello minimo accettabile"
ALESSANDRIA - Fra le competenze dell'assessore Riccardo Molinari vi è anche quella relativa al "marketing territoriale", vale a dire un mix di elementi che possano rendere appetibile la nostra città anche fuori dai suoi confini, puntando sul turismo e sugli aspetti storici, culturali ed enogastronomici. 

L'obiettivo di promuovere Alessandria in un contesto più ampio pare però tutt'altro che semplice, almeno a constatare le difficoltà riscontrate finora.

Di questo parere è certamente l'assessore, che interpellato sul tema non si sottrae dalla richiesta di fare il punto della situazione: "sinceramente se per marketing territoriale ci riferiamo all'aspetto puramente turistico, siamo indietro. Alexala, l'agenzia di accoglienza e promozione turistica collocata nel cortile del chiostro di piazza Santa Maria di Castello fa quel che può, ma è a livello Comunale che serve una marcia differente". 

Ad oggi le informazioni disponibili su internet per presentare la città sono pochissime, recuperabili dal sito Cultural e dalla pagine apposita dello Iat (informazioni e accoglienza turistica), che però è piuttosto spoglia: "prima di parlare di grandi progetti è evidente che sia necessario partire dalle piccole cose, ma farle bene - sottolinea Molinari - siamo nella situazione assurda per cui non abbiamo lo Iat aperto per buona parte dell'estate e durante il sabato e la domenica, quando ovviamente ce ne sarebbe più bisogno. Va riorganizzato per dargli più visibilità e orari più utili alla sua funzione". 

Allargando l'orizzonte degli interventi, secondo Molinari importante sarà incercettare nuovi flussi in città, guardando alle grandi scelte strategiche italiane e ai fondi provenienti dall'Europa: "abbiamo ottime professionalità interne al Comune per cercare di ottenere finanziamenti dall'UE, ma non sono organizzate al momento in un ufficio unico e fanno fatica a lavorare. Bisognerà metterli nelle condizioni di operare al meglio. E' chiaro poi che marketing territoriale vuol dire intercettare anche aziende eventualmente interessate al nostro territorio e occasioni di promozione economica, per esempio puntando sul comparto della logistica. In Italia è in corso da tempo una partita importante, che si gioca a Roma, su quale porto possa diventare il fulcro di una serie di investimenti, se Genova o Trieste. Inutile dire che insieme a una serie di realtà di questo territorio dovremo fare il possibile perché la scelta ricada su Genova e perché Alessandria possa avere un ruolo importante. Anche questa è promozione del territorio, e più il nostro capoluogo sarà capace di attirare capitali da fuori, più saranno le possibilità di investimento e le ricadute positive anche per gli altri settori". 
20/09/2017
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
"Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®” ad Alessandria domenica 7 aprile
"Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®” ad Alessandria domenica 7 aprile