Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Economia

Grandi opere e ristrutturazioni, così gli edili vedono l’uscita dalla crisi

In un due anni “bruciati” circa 1800 posti di lavoro nel settore edile in provincia. Si punta su grandi opere “sulla cui necessità non ci sono discussioni” e ristrutturazioni, grazie ad un protocollo di intesa con banche e associazioni di categoria
Di fronte ad una crisi occupazionale nel settore edile che ha riportato la Provincia di Alessandria ai livelli del 2000 (-29,82% le imprese attive nella Cassa Edile e -32,12 i lavoratori iscritti) l’Ance, associazione nazionale costruttori edili, cerca di guardare comunque al futuro. Che passa inevitabilmente per due strade, quelle delle grandi opere e quelle delle ristrutturazioni.
Si chiama infatti “Ristruttura” un protocollo di intesa siglato con l’associazione Proprietari di Casa (Confedilizia), l’Anaci, associazione Amministratori Condominiali e immobiliari, con gli ordini degli architetti, geometri e ingegneri e con le banche Unicredit e Legnano.
“Il progetto, uno dei primi a livello nazionale, è volto a incentivare le attività di ristrutturazione dei fabbricati e delle case all’interno della normativa sui benefici fiscali a fronte degli obblighi previsti per l’adeguamento tecnologico per favorire il risparmio energetico”, ha detto Franco Osenga (nella foto), presidente di Ance, il cui mandato è in scadenza a fine anno. 
Gli edili, quindi, rispondono indirettamente a chi chiede uno stop al cemento, puntando sul recupero degli edifici già esistenti che possono migliorare sia dal punto di vista puramente estetico, ma soprattutto da quello dell’isolamento termico.
“Sarà predisposto un albo di aziende specializzate nella ristrutturazione al quale potranno rivolgersi amministratori di condomini ma anche singoli proprietari – spiegano dal collegio – L’albo sarà una garanzia del fatto che le aziende iscritte potranno operare nel rispetto delle norme e procedure che garantiscono l’accesso agli incentivi fiscali”. Dall’ultimo rapporto Ance, presentato a luglio, risultava infatti come in provincia di Alessandria, nel primo trimestre 2012, il calo delle compravendite sia stato del 24,8%, soprattutto nel capoluogo dove il calo è stato del 45%. In compenso, si è continuato a ristrutturare, anche se in misura ridotta. E’ da questa considerazione che parte quindi il progetto “Ristruttura” che sarà presentato anche alle istituzioni, ad ottobre.
Sul tema delle grandi opere, in provincia il tema non può prescindere dal terzo valico. Ed è proprio alla linea alta velocità Genova – Milano a cui si fa riferimenti all’assemblea generale Ance che si è svolta lunedì ad Alessandria. “Sulla necessità delle cosiddette grandi opere già programmate pensiamo non ci sia discussione – ha detto il presidente Osenga – Si tratta di sviluppo e di infrastrutture necessarie, di opportunità di lavoro che da nessuna parte del mondo sono sottoposte a una costante quanto onerosa e continua messa in discussione. Senza voler entrare nei contenuti tecnici e strategici, riteniamo doveroso sostenerle richiamando semmai, al di là degli aspetti normativi, la necessità delle ricadute locali sulle piccole imprese e sull’occupazione”.
I costruttori hanno aderito, in tema di grandi opere, ad aderire al protocollo nazionale per il contrasto alle infiltrazioni della malavita, a garanzia del fatto che le imprese del territorio vogliono avere le mani pulite.

19/09/2012
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
La 'Marcia per l'acqua' contro la discarica di Sezzadio - 17 novembre 2018
Sezzadio: la "Marcia per l'acqua" contro la discarica
Sezzadio: la "Marcia per l'acqua" contro la discarica
Sabato 03 Novembre 2018 Taryn Donath Quartet in concerto al Macallé
Sabato 03 Novembre 2018 Taryn Donath Quartet in concerto al Macallé