Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Casale Monferrato

Casale Città Aperta: a marzo doppia edizione

Nel fine settimana dell’11 e 12 marzo la tradizionale iniziativa per far conoscere i monumenti e i musei cittadini organizzata in programma abitualmente durante il Mercatino dell’Antiquariato. Casale Città Aperta raddoppierà in occasione della Mostra di San Giuseppe il 18 e 19 marzo
CASALE MONFERRATO - Torna nel fine settimana dell’11 e 12 marzo Casale Città Aperta, la tradizionale iniziativa per far conoscere i monumenti e i musei cittadini organizzata dall’Assessorato alla Cultura – Museo Civico del Comune di Casale Monferrato e in programma abitualmente durante il Mercatino dell’Antiquariato: seconda domenica del mese e sabato precedente. Come da consolidata abitudine Casale Città Aperta raddoppierà in occasione della Mostra di San Giuseppe: ci sarà quindi l’opportunità di visitare chiese e monumenti anche nel fine settimana successivo del 18 e 19 marzo.

I monumenti visitabili saranno la Cattedrale di Sant'Evasio, la chiesa di San Domenico (dalle 15 alle 17,30), la chiesa di Santa Caterina, il Teatro Municipale, la Torre Civica, il Palazzo Vitta e la chiesa di San Michele (sabato dalle 15 alle 17,30 e domenica dalle 10 alle 12,30 e dalle 15 alle 17,30). Il Castello del Monferrato sarà aperto con le mostre Metonicale. Personale di Titti Miglietta e Grafica ed Ex Libris, con ingresso libero (sabato e domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19). La chiesa della Misericordia inoltre è visitabile grazie alla mostra Donna in arte sabato dalle 16 alle 19, domenica dalle 10 alle 12,30 e dalle 16 alle 19.

Domenica, alle 15 con partenza dal Chiosco Informazioni Turistiche in piazza Castello, si potrà inoltre partecipare a una visita guidata gratuita ai monumenti cittadini a cura dell’Associazione Orizzonte Casale.

Saranno aperti anche i seguenti musei, visitabili con la tessera unica Momu Monferrato Musei:
Museo Civico (sabato e domenica dalle 10,30 alle 13 e dalle 15 alle 18,30), situato nell’ex Convento di Santa Croce affrescato all’inizio del Seicento da Guglielmo Caccia detto il Moncalvo, che include: la Pinacoteca (con l’esposizione di circa 250 opere tra dipinti e sculture) e la Gipsoteca Bistolfi (con 170 sculture in gesso, marmo e bronzo dell'artista casalese Leonardo Bistolfi). Ingresso gratuito solo il secondo fine settimana del mese (11 - 12 marzo); ingresso a pagamento nel fine settimana successivo.

Sinagoga e Musei Ebraici aperti solo domenica dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18: edificata nel 1595, monumento di grande interesse storico e artistico, il Tempio Israelitico oggi si presenta nel suo splendore barocco rococò piemontese (1700-1800). Sono annessi il Museo Ebraico, che espone numerosi argenti, tessuti e oggetti di culto.

Percorso museale del Duomo Sacrestia Aperta (con ingresso da via Liutprando) aperto al pubblico sabato dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18 e domenica dalle 15 alle 18, permette di ammirare preziosi reliquiari, splendidi tessuti e importanti mosaici.

Per ulteriori informazioni è possibile telefonare al numero 0142.444.309 – 444.330 o consultare il sito www.comune.casale-monferrato.al.it.
11/03/2017
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



La Barbera Incontra 2018 - Tre giorni di Musica, spettacolo, dibattiti e divertimento
La Barbera Incontra 2018 - Tre giorni di Musica, spettacolo, dibattiti e divertimento
Passodopopasso Attraverso i miei occhi - Un aiuto per Karoona
Passodopopasso Attraverso i miei occhi - Un aiuto per Karoona
Arturo Brachetti incontra Osvaldo Guerrieri per l'anteprima di Passepartout Festival
Arturo Brachetti incontra Osvaldo Guerrieri per l'anteprima di Passepartout Festival
La Barbera Incontra 15-16-17 giugno 2018 San Damiano d'Asti
La Barbera Incontra 15-16-17 giugno 2018 San Damiano d'Asti
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" a Valenza domenica 17 giugno
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" a Valenza domenica 17 giugno
Carrà, Carrà, ancora Carrà...
Carrà, Carrà, ancora Carrà...