Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Economia

Turismo e sviluppo con la 'Casa degli Archi'

Riqualificare edifici abbandonati: a Morano una opportunità per giovani imprenditori grazie al progetto dell'Agenzia del Demanio che interessa la ciclovia 'VenTo'
ECONOMIA – L'opportunità è allettante, peccato che riguardi un solo edificio in provincia di Alessandria, ma non per questo l'occasione deve essere lasciata andare. Anzi. Infatti lo scopo del progetto messo in campo dall'Agenzia del Demanio è di “riqualificare edifici abbandonati e trasformarli in strutture turistiche dandoli in concessione gratuita a giovani imprenditori”. Non manca il bando di gara, aperto fino al 26 giugno, per assegnare in concessione gratuita a giovani imprenditori sotto i 40 anni, a cooperative e associazioni, 103 immobili a livello nazionale di cui 43 di proprietà dello Stato, 50 di enti locali, 10 dell'Anas che si trovano lungo 44 percorsi storico-religiosi e 59 ciclovie. Ed è proprio lungo una ciclovia, la VenTo, che si trova uno di questi edifici: la 'Casa degli archi', complesso di origine medioevale con case gotiche porticate al centro di Morano Po. La ciclovia lunga circa 680 chilometri che collega Venezia a Torino si snoda lungo il Po, in parte sugli argini, in parte lungo ciclabili esistenti e su tracciati ancora da attrezzare, attraversando Veneto, Emilia Romagna, Lombardia e Piemontee interessando 120 Comuni. Fra questi, ecco Morano (circa 1.500 abitanti) la cui nascita risale a prima dell'anno 1000. Il paese appartiene all'area del polo industriale del cemento che si è sviluppato nell'arco dei decenni in questa parte del Monferrato Casalese. Oggi il paese potrebbe essere al centro di una attività di impresa slow, turistica e capace di valorizzare il territorio.

Il progetto del Demanio "Cammini e percorsi" è promosso dai Ministeri dei Beni culturali e delle Infrastrutture e trasporti con l'obiettivo di "riutilizzare i beni come contenitori di servizi e di esperienze autentiche, fortemente radicate sul territorio, per camminatori, pellegrini e ciclisti, in linea con la filosofia dello slow travel”. L'iniziativa è aperta “a tutti i cittadini, giovani imprenditori, viaggiatori lenti, terzo settore ed altri soggetti potenzialmente interessati a contribuire all’iniziativa, attraverso idee e suggerimenti per la valorizzazione degli immobili pubblici coinvolti nel progetto”. Si può partecipare, fino al 26 giugno, compilando il questionario online sul sito dell'Agenzia del Demanio, www.agenziademanio.it.  
14/05/2017
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Piantagione di marijuana nelle campagne di Lu Monferrato
Piantagione di marijuana nelle campagne di Lu Monferrato
Gli obiettivi della Cisl Al-Asti al Congresso nazionale a Roma
Gli obiettivi della Cisl Al-Asti al Congresso nazionale a Roma
 Bonus mamma, bebè e permessi: ecco tutte le novità
Bonus mamma, bebè e permessi: ecco tutte le novità
Aliante precipitato, le immagini
Aliante precipitato, le immagini
I 203 anni dell'Arma dei Carabinieri
I 203 anni dell'Arma dei Carabinieri
Una domenica pomeriggio in occasione delle Cantine Aperte nella distilleria di Altavilla della famiglia Mazzetti
Una domenica pomeriggio in occasione delle Cantine Aperte nella distilleria di Altavilla della famiglia Mazzetti