Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Casale Monferrato

“Superare il mio confine” al Parco Eternot e in Sinagoga

Sabato 20 maggio, in concomitanza con il Salone del Libro, si ripercorrerà la storia recente della città, diventata simbolo della lotta all’amianto. In Sinagoga invece sarà il momento della vicenda raccontata nella Parasha della Torà, Shirat ha yam, dove il popolo ebraico esce dall’Egitto e attraversa in deserto verso la Terra Promessa
CASALE MONFERRATO - In occasione del Salone Internazionale del Libro di Torino, sabato 20 maggio si terrà Superare il mio confine, un’iniziativa organizzata dal Comune e dalla Fondazione Arte, Storia e Cultura Ebraica a Casale Monferrato e nel Piemonte Orientale Onlus con il patrocinio del Salone Internazionale del Libro. L’appuntamento, che si inserisce nel programma di Festa dei Musei 2017 e nelle celebrazioni del centenario della Biblioteca Civica Canna, integralmente gratuito, sarà suddiviso in due parti autonome ma in dialogo tra loro: la prima, dalle 17 alle 19 al Parco Eternot nel quartiere Ronzone, la seconda, dalle 21,45 alle 22,45, alla Sinagoga di vicolo Salomone Olper.

Con un focus sul tema del paesaggio e sull’attraversamento dei confini, superando i quali la persona vive emozioni e accoglie il cambiamento, la giornata abbraccerà paura e speranza, lucidità e proiezione, smarrimento e fede. Nei due diversi momenti si racconterà il moto spirituale che attraversa l’essere umano mentre cammina oltre il confine. Al parco Eternot, area sorta dopo l’integrale bonifica dell’ex fabbrica Eternit, si ripercorrerà la storia recente della città, diventata simbolo della lotta all’amianto. Sono previste letture con il coinvolgimento di studenti, associazioni, amministratori.

In Sinagoga invece sarà il momento della vicenda raccontata nella Parasha della Torà, Shirat ha yam, dove il popolo ebraico esce dall’Egitto e attraversa in deserto verso la Terra Promessa. Il tenore Michele Ravera eseguirà la Cantica del Mare di Miriam. Entrambe le narrazioni riporteranno dell’uscita da una condizione imposta per vivere un cambiamento interiore e di luogo. Superare i confini ha significato, in entrambi i casi, decenni di cammino, introiettare il cambiamento, lavorare sul sé, sulle relazioni umane, trovare la forza per procedere abbandonando le paure e per cambiare interiormente ed essere all’altezza di affrontare il nuovo.

Sabato nella Cattedrale di Sant’Evasio, alle 21, la Diocesi partecipa alla Notte dei musei con l’apertura della mostra L’Immagine del Sacro, percorso d’arte contemporanea nei sottotetti che saranno aperti dalle 21 alle 24. Per l’occasione verranno effettuate visite guidate con ingresso a offerta con cifra simbolica di 2 euro. Domenica dalle 21 alle 23, nella Sinagoga di vicolo Salomone Olper si terrà, all’interno della rassegna musicale Suono e Segno - Musica in Sinagoga, l’appuntamento Strumenti nella Bibbia con Marta Fichera all’arpa e Giuseppe Nova al flauto.
18/05/2017
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Piantagione di marijuana nelle campagne di Lu Monferrato
Piantagione di marijuana nelle campagne di Lu Monferrato
Gli obiettivi della Cisl Al-Asti al Congresso nazionale a Roma
Gli obiettivi della Cisl Al-Asti al Congresso nazionale a Roma
 Bonus mamma, bebè e permessi: ecco tutte le novità
Bonus mamma, bebè e permessi: ecco tutte le novità
Aliante precipitato, le immagini
Aliante precipitato, le immagini
I 203 anni dell'Arma dei Carabinieri
I 203 anni dell'Arma dei Carabinieri
Una domenica pomeriggio in occasione delle Cantine Aperte nella distilleria di Altavilla della famiglia Mazzetti
Una domenica pomeriggio in occasione delle Cantine Aperte nella distilleria di Altavilla della famiglia Mazzetti