Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Cronaca

Sette rapine con un'arma ad aria compressa, per la difesa era parzialmente incapace di intendere

A 25 anni gli vengono contestate sette rapine, alcune solo tentate, commesse tra novembre e dicembre 2017, ad Alessandria, Casale e Nizza Monferrato. L'obiettivo erano sempre sale slot. Agiva a volto semi coperto, brandendo una mitraglietta ad aria compressa. La difesa chiede che venga riconosciuta la semi infermità mentale
CRONACA – Sette rapine (due solo tentate), commesse tra il novembre e il dicembre 2017 ad Alessandria, Nizza Monferrato e Casale. In due casi agì in concorso con una donna, risultata poi essere la madre della compagna. L'obiettivo era quasi sempre una sala slot.
Si fermava con l'auto nei pressi della sala coprendosi il capo con il cappuccio della felpa e il volto con uno scaldacollo nero, forato all'altezza degli occhi. Minacciava il commesso, mostrando la mitraglietta ad aria compressa, di quelle che si trovano nei negozi specializzati.
Un colpo dietro l'altro, risulta dalle indagini, con incassi che andavano dai 4 mila euro ai 33.500 euro, questi ultimi sottratti alla sala scommesse Mtchpoint di Nizza. Ci fu anche una rapina in una abitazione privata, sempre a Nizza, la prima il 29 novembre 2017, la seconda qualche settimana dopo, il 21 dicembre che però non andò a buon fine.

L'ultima “impresa” è costata l'arresto a Luca Sammi Milano, 25 nni di Calamandrana. L'obiettivo individuato, la notte tra Natale e Santostefano, era la sala Slot di via Faa di Bruno, ad Alessandria. Il copione più o meno lo stesso: l'auto parcheggiata all'incrocio più vicino, poi Milano si avvicinava alla sala con volto coperto e l'arma in pugno per minacciare il commesso: “stai zitto, ti faccio saltare la testa, dammi tutto”. E poi la fuga. Che ad Alessandria si è interrotta in corso Marengo, per l'intervento della pattuglia dei carabinieri. Il reato contestato è quello di rapina, con aggravanti varie. Il prossimo 25 giugno ci sarà un'incidente probatorio, durante il quale i legali, gli avvocati Giuseppe Lanzavacchia e Davide Daghino, presenteranno due perizie dalle quali emergerebbe come l'imputato sia affetto da un parziale vizio di mente, ossia parzialmente incapace di intendere e di volere.
11/05/2018
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Maurizio Vandelli in concerto al Festival Contro 2018
Maurizio Vandelli in concerto al Festival Contro 2018
Cristiano De Andr? apre il Festival contro 2018 a Castagnole Lanze
Cristiano De Andr? apre il Festival contro 2018 a Castagnole Lanze
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Biodigestore Carentino: il presidio contro il progetto durante la Conferenza dei Servizi
Biodigestore Carentino: il presidio contro il progetto durante la Conferenza dei Servizi
Maurizio Vandelli a Castagnole Lanze per Festival Contro 2018
Maurizio Vandelli a Castagnole Lanze per Festival Contro 2018
Cristiano De André canta De André al Festival Contro 2018
Cristiano De André canta De André al Festival Contro 2018