Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Serie A2 - Play off

Partenza da sogno al PalaFerraris: Casale-Udine 1-0

Partita di grande intensità, con Udine avanti 32': Severini (15) e Blizzard guidano la rimonta da -14 e la Novipiú chiude 83-81. Mercoledi 16 Gara 2
CASALE MONFERRATO - Una partita fisica, dura e di altissimo livello ha dato il via ai Quarti di Finale Playoff tra Novipiù Casale e APU G.S.A. Udine: i friulani hanno condotto la partita per 30′, portandosi anche sul +14, am nell’ultimo periodo i rossoblu hanno ingranato la quarta e guidati da Blizzard e Severini hanno portato a casa Gara 1 con il punteggio di 83-81. 

Martinoni apre la partita dalla media distanza, mentre in difesa i rossoblu stringono fin da subito le maglie della difesa: è Dykes a riuscire a trovare lo spazio per andare a canestro, ma dall’altra parte ci pensa Bellan a siglare il 6-2. Udine riesce ad impattare con Pellegrino e Dykes: la Junior tiene testa con Martinoni (8-6) e Nobile non riesce a realizzare dalla lunetta. Il ritmo e la tensione sono alle stelle con Pellegrino che va a segno da sotto le plance e Severini che realizza solo uno dei liberi a disposizione; Udine si porta a un possesso pieno di vantaggio con Raspino (9-12), ma Sanders vince un altro viaggio in lunetta e la sua mano non trema. Pellegrino fa valere la sua fisicità e Caupain ne approfitta subito: dal canto suo la Junior risponde ancora una volta con Sanders mentre Caupain è chirurgico a gioco fermo (13-18). Le due difese ora sono serrate, con Marcius che vola su ogni rimbalzo e chiude il quarto 15-18. 

La Novipiù inizia subito il secondo quarto con una difesa serrata e con il botta e risposta tra Raspino e Tomassini: il PalaFerraris è una bolgia e alla schiacciata di Marcius (19-20) esplode, con coach Lardo che chiama immediatamente timeout. Al rientro la Novipiù vuole provare a premere sull’acceleratore me Benevelli non ci sta, mentre Martinoni risponde subito a dovere: Dykes è glaciale dalla lunga distanza ma il Capitano rossoblu prova a caricarsi i suoi sulle spalle siglando il 25-28. Benevelli infila un’altra tripla e coach Ramondino richiama i suoi in panchina: è Tomassini a scuotere i suoi dalla media, ma dall’altra parte c’è ancora Dykes a portare punti (27-36) agli ospiti. I rossoblu continuano ad essere aggressivi in difesa con i soliti Martinoni e Caupain a far muovere le rispettive retine: sono Pinton e Martinoni a mandare le squadre all’intervallo lungo sul 31-41. 

Il canestro di Sanders e la tripla di Caupain danno il via al terzo quarto, mentre anche Severini si iscrive a referto un tiro dalla lunga distanza (36-44); Dykes e Mortellaro continuano a macinare punti per i friulani, mentre per Casale è Martinoni a muovere la retina. Il PalaFerraris prova a spingere i casalesi e la tripla di Tomassini sigla il 43-50: le schiacciate di Sanders e Marcius fanno esplodere il pubblico, mentre Mortellaro e Dykes provano a guastare la festa. Sanders e Bushati sono chirurgici dall’arco ed è ancora l’americano della Junior a griffare il 52-57: Marcius strappa ogni rimbalzo possibile, ma Raspino non perdona dalla lunga distanza e il quarto si chiude 54-60. 

Blizzard e Pellegrino inaugurano l’ultimo periodo e le triple di Severini e Denegri portano la Junior sul 63-62: Udine prova a reagire ma la stoppata di Severini nega il canestro ai friulani e Bellan ne approfitta per andare a segno dalla lunetta. La formazione ospite ha un momento di appannamento e Severini sale ancora in cattedra dalla lunga distanza (67-62): Mortellaro e Severini muovono le rispettive retine e poi la Junior stringe le maglie in difesa e manda ancora una volta Blizzard a canestro. Gli animi in campo si surriscaldano, con la Novipiù che conduce 71-66: Marcius non smette di volare a rimbalzo e Caupain sfrutta un contropiede per tenere i suoi a stretto contatto. Raspino realizza ancora una volta dai 6.75 metri e Tomassini è chirurgico dalla linea della carità (75-71): i friulani si affidano ancora a Mortellaro, mentre Tomassini vince un’altro viaggio in lunetta. La Junior forza una volta di troppo in difesa e sono ancora tiri liberi, ma questa volta Dykes ne realizza solo uno dei due a disposizione: Severini mette a segno l’80-74 con un fondamentale gioco da tre punti e coach Lardo ferma il gioco. Dykes tenta l’ultima rincorsa con tre tiri a disposizione dalla lunetta, ma riesce a realizzarne solo due: dall’altra parte Sanders li realizza entrambi (82-76) e Caupain lo imita perfettamente e Dykes realizza la tripla dell’82-81. Coach Ramondino chiama timeout, al rientro è Blizzard ad andare in lunetta: è vittoria 83-81 per la Junior! 


NOVIPIU’ CASALE MONFERRATO – APU G.S.A. UDINE: 83-81 (15-18; 31-41; 54-60)

NOVIPIU’ CASALE: Ielmini ne, Banchero ne, Denegri 3, Tomassini 11, Valentini, Blizzard 10, Martinoni 16, Severini 15, Cattapan, Bellan 3, Sanders 17, marcius 8. All. Ramondino
APU UDINE: Dykes 23, Mortellaro 10, Raspino 10, Nobile, Caupain 15, Pinton 3, Ferrari ne, Pellegrino 12, Benevelli 5, Bushati 3. All. Lardo 


Le dichiarazioni di coach Marco Ramondino: “Questa è una vittoria importantissima, da questa partita non ci aspettiamo niente di meno dal punto di vista della durezza, della fisicità e del tatticismo. Soprattutto quando le cose non funzionano bisogna credere in quello che si fa: per seguire il ritmo offensivo abbiamo perso un po’ la bussola in difesa, poi nel secondo tempo i tiri sono entrati e abbiamo trovato il bandolo della matassa. Bisogna credere nel sistema di gioco e nei punti di forza individuali e di squadra. Noi possiamo giocare così anche Gara 2 che sarà comunque una battaglia in cui prevarrà chi avrà l’iniziativa rispetto all’avversario. Noi ci troviamo ad affrontare una delle squadre più attrezzate dell’intera Lega: ogni azione bisogna lottare per imporre il proprio gioco. Non dimentichiamo che coach Lardo ha fatto Finali Scudetto, Coppe Europee e tantissime partite dei Playoff: c’è quindi anche un fattore coach che incide molto. Avevamo lasciato in stand-by il minutaggio di Marcius, volevamo cavalcare tutti quello che riusciva a darci. Negli sport di squadra, i premo individuali lasciano il tempo che trovano: questo premio non sarebbe stato possibile con nessun altro gruppo di giocatori, in nessuna altra città e contesto”.
15/05/2018
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



EVENTO 40° ANNIVERSARIO REVERCHON
EVENTO 40° ANNIVERSARIO REVERCHON
Inaugurazione DS Store Alessandria - Maurizio Zoccatato GrandiAuto
Inaugurazione DS Store Alessandria - Maurizio Zoccatato GrandiAuto
Inaugurazione DS Store Alessandria
Inaugurazione DS Store Alessandria
Carrà, Carrà, ancora Carrà...
Carrà, Carrà, ancora Carrà...
Inaugurazione Ds Store di Alessandria
Inaugurazione Ds Store di Alessandria
“HAKUNA MATATA “ per un pomeriggio e una sera “senza pensieri” al TEATRO ALESSANDRINO SABATO 17 MARZO
“HAKUNA MATATA “ per un pomeriggio e una sera “senza pensieri” al TEATRO ALESSANDRINO SABATO 17 MARZO