Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Casale Monferrato

Ordigno sul Po: prima la messa in sicurezza poi si deciderà dove e come farlo “brillare”

Un ordigno di grosse dimensioni molto vicino alla condotta idrica che attraversa il Po. Incontro in Prefettura per decidere la procedura da adottare
CASALE MONFERRATO - Si è tenuto questo pomeriggio, lunedì 9 gennaio, alla Prefettura di Alessandria, l’incontro per decidere la più corretta e sicura procedura da adottare in merito all’ordigno rinvenuto il 6 gennaio su un’isola di ghiaia del fiume Po nella zona compresa tra piazza Venezia e Nuova Casale. Alla riunione tecnica hanno partecipato per il Comune l’assessore con delega alla Protezione Civile Sandro Teruggi con il comandante della Polizia Locale Joselito Orlando e il Segretario Comunale Sante Palmieri.

“La bomba, attualmente sottoposta alla costante sorveglianza delle forze dell’ordine, verrà messa in sicurezza e isolata da qualsiasi contatto accidentale a partire da domani mattina e nei prossimi giorni si deciderà dove e come farla brillare: l’esercito deve ancora ultimare le verifiche del caso, si tratta di un ordigno di grosse dimensioni e rispetto ad altri episodi del passato oggi fortunatamente ci sono maggiori precauzioni da adottarsi e procedure più rigide da doversi seguire. Inoltre l’ordigno è molto vicino alla condotta idrica che attraversa il Po” ha spiegato l’assessore Teruggi.
9/01/2017
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Piantagione di marijuana nelle campagne di Lu Monferrato
Piantagione di marijuana nelle campagne di Lu Monferrato
Arti tra le mani
Arti tra le mani
Chaves legge Dante
Chaves legge Dante
Incendio a Mandrogne
Incendio a Mandrogne
Sentiero 748: il percorso ad anello sulle cime di Mombello
Sentiero 748: il percorso ad anello sulle cime di Mombello
Sentiero 735: il giro dei colli di Conzano
Sentiero 735: il giro dei colli di Conzano