Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Basket

Junior, il primo tassello è tutto italiano

La Novipiù ufficializza le conferme di Pierich, Malaventura, Martinoni e Ferrero. Il prossimo passo è Rodney Green?
Si intravedono le prime luci del futuro juniorino. La Novipiù sceglie di ripartire dal nucleo di italiani protagonisti già nelle scorse stagioni delle vicende a tinte rossoblu. Quattro nomi, in attesa dell'imminente annuncio di Rodney Green, quattro tasselli collocati in blocco, uniti e compatti verso un obiettivo comune che si chiama promozione. Quattro conferme importanti, quelle di capitan Pierich, Matteo Malaventura, Niccolò Martinoni e Giancarlo Ferrero. Il primo, Simone Pierich, vestirà la canotta per il settimo anno di fila, il quarto da capitano della Junior: "Una responsabilità che mi sento di assumere, consapevole di non godere di alcun privilegio e, anzi, di dovermi guadagnare la pagnotta esattamente come tutti gli altri". Il capitano, poi, si sbilancia sugli obiettivi stagionali e da grande leader non si nasconde dietro a un dito: "L'anno scorso purtroppo non abbiamo centrato l'obiettivo salvezza, ma sono certo che quest'anno in una categoria come la LegaDue riusciremo a dire la nostra lottando per target importanti. Puntiamo in alto, al ritorno in Serie A". Anche Matteo Malaventura, alla terza stagione in rossoblu dopo quella della vittoria in LegaDue e la scorsa in Serie A, è molto soddisfatto: "Voglio ringraziare il Presidente Cerutti per avermi dato la possibilità di essere parte di questo nuovo progetto. Con queste quattro conferme ripartiamo da una base solida e soprattutto già ben collaudata".

SPAZIO ALLA SCARAMANZIA - C'è chi si sbilancia, come capitan Pierich, verso traguardi importanti e di certo non irraggiungibili, e c'è chi, come Martinoni e Ferrero, sceglie di farlo aggiungendo un pizzico di quella scaramanzia tipicamente italiana. E' proprio questo il motivo che ha spinto Martinoni e Ferrero a cambiare il proprio numero. Il primo, infatti, prenderà il 14 che l'anno scorso fu di Temple: "Storicamente il mio numero, ma l'anno scorso dovetti scegliere l'11. E guarda caso ho subito la mia unica retrocessione in carriera. Ho pensato che per questa nuova avventura sarebbe stato meglio tornare al numero che mi ha sempre portato bene. Del resto, sento di avere un debito per la scorsa stagione nei confronti della Junior, società di una piazza che merita la Serie A, un traguardo che voglio raggiungere insieme ai miei compagni". Anche Ferrero, che abbiamo avuto modo di conoscere la scorsa stagione rendendolo nostro collaboratore, ha deciso di darci un taglio con il 20, suo storico numero: "Indosserò il 21, il numero che scelsi negli ultimi mesi della scorsa stagione alla Fortitudo Bologna, dove ho fatto bene riuscendo a dare il mio contributo per la salvezza. Sono carico, non vedo l'ora di ripartire per scrivere una nuova pagine della storia di questa società".

CERUTTI: "SCELTA LA CONTINUITA'"- Queste le parole del Presidente Giancarlo Cerutti, apparse nel comunicato ufficiale: "Sono felice di poter dire che ripartiamo da quella solida base che ci ha portato a vivere tanti successi: Pierich, Malaventura e Ferrero hanno rappresentato un nucleo di grande affidabilità su cui abbiamo costruito l'ultimo meraviglioso campionato in Legadue. Martinoni, pur nella sfortunato campionato dell'anno scorso, ha dimostrato di poter rappresentare un elemento vincente per un campionato importante come quello che andremo ad affrontare. Per questo sono convinto che questo quartetto rappresenterà per la nostra stagione una forza in campo e fuori dal campo. Desidero anche ringraziarli pubblicamente per aver voluto tutti e quattro accettare le proposte che la società ha loro presentato nella revisione dei loro contratti, in un momento così particolare per l'economia dello sport italiano in ogni sua manifestazione. La sensibilità dimostrata da loro è stata per me un gesto di grande considerazione verso la società, e per ciò che loro rappresentano per noi”
30/07/2012
Riccardo Robotti - riccardo.robotti@alice.it
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Piantagione di marijuana nelle campagne di Lu Monferrato
Piantagione di marijuana nelle campagne di Lu Monferrato
Arti tra le mani
Arti tra le mani
Chaves legge Dante
Chaves legge Dante
Incendio a Mandrogne
Incendio a Mandrogne
Sentiero 748: il percorso ad anello sulle cime di Mombello
Sentiero 748: il percorso ad anello sulle cime di Mombello
Sentiero 735: il giro dei colli di Conzano
Sentiero 735: il giro dei colli di Conzano