Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Casale Monferrato

Casale Monferrato e Mantova: la cultura unisce le due città

Al Castello del Monferrato da sabato 17 febbraio le mostre “Che resta / Was Bleibt / Quello che rimane” e “Casale Monferrato, la Piazzaforte Europea del Rinascimento”
CASALE MONFERRATO - La collaborazione tra il Comune di Casale Monferrato e il Complesso Museale di Palazzo Ducale di Mantova si consolida e prosegue con due mostre-evento che verranno inaugurate sabato 17 febbraio alle 17 nelle sale del secondo piano del Castello del Monferrato: Che resta / Was Bleibt / Quello che rimane e Casale Monferrato, la Piazzaforte Europea del Rinascimento. Il positivo rapporto con Mantova, cementato dalla storia ma proseguito oggi con una proficua collaborazione culturale è uno dei punti trattati nel dossier di candidatura di Casale Monferrato a Capitale Italiana della Cultura 2020 che ha permesso alla città di approdare nella rosa ristretta delle dieci finaliste.  Le due mostre saranno le prime iniziative a fregiarsi del logo Casale Capitale Italiana della Cultura 2020 top ten. Le esposizioni saranno visitabili gratuitamente ogni sabato e domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19; giorni infrasettimanali su appuntamento al 0142 444330.

Che resta / Was Bleibt / Quello che rimane (fino al 2 aprile) è un percorso espositivo di arte contemporanea curato da Peter Assmann e Renata Casarin, direttore e vice di Palazzo Ducale con la collaborazione dell’Assessorato alla Cultura. Si tratta di un progetto condiviso, oltre che con l’importante realtà museale mantovana, anche con a Galleria di arte contemporanea Scholß Parz di GrießKirchen (Austria). Saranno esposte opere di cinque artisti appartenenti alla cosiddetta Nuova Scuola di Lipsia: Laura Eckert, Rayk Goetze, Aris Kalaizis, Annette Schröter e Sebastian Speckmanna, tutti esponenti della “Narrazione viva”. Lo stesso materiale espositivo era stato presentato nella Galleria di Palazzo Ducale Mantova lo scorso autunno ed è attualmente esposto alla Galleria Scholß Parz di GrießKirchen.

Casale Monferrato, la Piazzaforte Europea del Rinascimento
(fino all’8 aprile) è dedicata alla Cittadella di Casale Monferrato. Ad organizzare la mostra è l’Assessorato alla Cultura in collaborazione con la Biblioteca Civica/Archivio Storico Comunale "Canna, e con l'Associazione I Marchesi del Monferrato. Il percorso verte soprattutto sulle stampe raffiguranti la Città e la Cittadella di Casale Monferrato, pubblicate dalla fine del Cinquecento agli inizi del Settecento, conservate dall'Archivio Storico Comunale, e riferite a quella che fu una delle più importanti piazzeforti europee del Rinascimento e dell'età barocca, sotto le cui mura Francia e Spagna si confrontarono ferocemente per il controllo dell'Europa. Presso la sede espositiva è prevista l'organizzazione di incontri dedicati alle tematiche più rilevanti, riguardanti questo luogo cardine della storia politica, diplomatica e militare europea. L’esposizione è un’appendice della mostra tuttora in corso a Palazzo Ducale Sabbioneta e Charleville città ideali dei Gonzaga.
6/02/2018
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Intervista a Marco Lodola e Giovanna Fra all'inaugurazione della loro mostra "Se Stasera Siamo Qui"
Intervista a Marco Lodola e Giovanna Fra all'inaugurazione della loro mostra "Se Stasera Siamo Qui"
Red Ronnie alla presentazione della mostra di Marco Lodola e Giovanna Fra
Red Ronnie alla presentazione della mostra di Marco Lodola e Giovanna Fra
Red Ronnie alla presentazione della mostra di Marco Lodola e Giovanna Fra
Red Ronnie alla presentazione della mostra di Marco Lodola e Giovanna Fra
Maestre senza laurea in presidio sotto la Prefettura
Maestre senza laurea in presidio sotto la Prefettura
Tony Coleman & Henry Carpaneto 5tet al Cinema Teatro Macallè  "Movie Blues"
Tony Coleman & Henry Carpaneto 5tet al Cinema Teatro Macallè "Movie Blues"
Incendio a Mandrogne
Incendio a Mandrogne