Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Calcio

Casale, il giorno della verità

Mercoledì di recupero per i nerostellati, impegnati al "Palli" contro la Virtus Entella. Una vittoria potrebbe rilanciare gli uomini di Buglio in ottica promozione diretta
Sarà una settimana decisiva quella che si appresta a vivere il Casale. I nerostellati sono tornati da Busto Arsizio con animi contrapposti: da un lato lo sconforto per aver rimediato la quarta sconfitta nelle ultime sei gare, dall'altro la buona performance ottenuta contro la miglior squadra del torneo, la Pro Patria, anche se poi le buone cose fatte vedere in campo non si sono tradotte in punti da incastonare in classifica. Una classifica che nelle zone alte rimane cortissima, tant'è che nell'arco di questa settimana potrebbe accadere di tutto, da probabili conferme a improvvisi stravolgimenti. Una cosa è certa: se i nerostellati dovessero riuscire nell'impresa tutto fuorchè titanica di raccogliere sei punti nelle due "finaline" del Palli, tra mercoledi e domenica, la promozione diretta potrebbe essere cosa fatta, in attesa di quel che sarà il futuro dal punto di vista societario. La missione sembra essere assolutamente possibile, visti i valori sulla carta, anche se la Virtus Entella di mister Prina ha dimostrato - nei suoi alti e bassi - di essere un avversario pericolosissimo. Una vittoria contro i liguri assumerebbe a maggior ragione valore doppio, perchè non solo darebbe una gradita spintarella in avanti in termini di classifica, ma gioverebbe anche dal punto di vista mentale ad un gruppo che negli ultimi tempi si è fatto fin troppo prendere a bastonate nella propria autostima.

SI VINCE SE SI SEGNA - Se il Casale può dirsi ancora in corsa per la promozione, diretta o tramite playoff, lo deve esclusivamente al girone d'andata, nel quale ha totalizzato ben 40 punti. Il che, calcoli alla mano, rende ancora più sconcertante il cammino dei nerostellati compiuto da gennaio ad oggi: solo 18 punti realizzati, al netto di quattro vittorie, sei pareggi e sei sconfitte. Un andamento certamente non da primatista, tant'è che squadre che oggi lottano per staccarsi dai playout, come l'Alessandria, hanno saputo fare di meglio. Fortuna vuole, per gli uomini di Buglio, che là in alto sembra esserci una battaglia a chi fa peggio, motivo per cui i monferrini possono e devono ancora credere nella promozione diretta. Il che sarebbe del tutto auspicabile, visto che ad oggi virtualmente Taddei e compagni sembrano essere quelli messi peggio in una virtuale logica di playoff. Per centrare l'obiettivo ed evitare a priori le amare delusioni che potrebbero derivare dagli scontri "dentro o fuori" dei playoff, il Casale non può sbagliare in queste due partite. Dovrà invertirsi, decisamente, il pesantissimo trend fatto registrare dal punto di vista offensivo: nelle ultime sette gare solo Peluso è andato una volta a segno, regalando contro il Poggibonsi tre punti preziosissimi. Per il resto il buio più totale: una rete in sette partite, Curcio a secco da dieci turni e "Re Riccardo" Taddei non timbra il cartellino dal pirotecnico 3-2 con il Montichiari, ossia da sette giornate. Un dato reso ancora più pesante dal fatto che due elementi congeniali al gioco visto nel girone d'andata, Crocetti e Rodriguez (6 gol in due nella prima metà di stagione), non siano stati degnamente sostituiti, vista la scarsa impiegabilità di Petrilli. Serve, in un momento cruciale di tutta la stagione, una importante inversione di rotta.

GONNELLA SQUALIFICATO, CURCIO ANCORA OUT? - Il Casale dovrà rinascere contro i liguri allenati da mister Prina, uno dei papabili per la panchina dell'Alessandria in vista della prossima stagione. Per farlo, mister Buglio dovrà fare a meno dal punto di vista disciplinare dello squalificato Gonnella, espulso per doppia ammonizione contro la Pro Patria. Una partita, quella di Busto Arsizio, che ha lasciato pesanti strascichi anche dal punto di vista societario: il rigore accordato ai bustotti non è andato giù, e le proteste a fine gara hanno portato di conseguenza un'ammenda pari a 3500 €, inflitta dal giudice sportivo una volta preso atto del referto arbitrale. Nessun'altra squalifica, dato che autore delle proteste è stato un soggetto ignoto ma comunque riconducibile alla società nerostellata. Rimane da vedere come Buglio sostituirà Gonnella: ad oggi l'ipotesi più probabile è quella di vedere Ciccomascolo centrale difensivo, affiancato da Vignati e supportato dai due terzini Silvestri e Marchi. Centrocampo a tre con Siega, Iannini e Garrone e attacco composto da Taddei, Peluso e molto probabilmente Curcio, tenuto volutamente in panchina da mister Buglio contro la Pro Patria. Una sorta di ultimatum dato alla propria punta da parte dell'allenatore toscano. Tra i liguri, che arrivano dal netto 3-0 con cui hanno liquidato il Renate, mancherà Volpe, squalificato. In attacco pericolo numero uno è il bomber Rosso, autore di 15 centri (uno in più di Taddei) e terzo miglior marcatore del torneo.
24/04/2012
Riccardo Robotti - riccardo.robotti@alice.it
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
La Barbera Incontra 2018 - Tre giorni di Musica, spettacolo, dibattiti e divertimento
La Barbera Incontra 2018 - Tre giorni di Musica, spettacolo, dibattiti e divertimento
Passodopopasso Attraverso i miei occhi - Un aiuto per Karoona
Passodopopasso Attraverso i miei occhi - Un aiuto per Karoona
La Barbera Incontra 15-16-17 giugno 2018 San Damiano d'Asti
La Barbera Incontra 15-16-17 giugno 2018 San Damiano d'Asti
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" a Valenza domenica 17 giugno
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" a Valenza domenica 17 giugno
Carrà, Carrà, ancora Carrà...
Carrà, Carrà, ancora Carrà...