Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Serie D - girone A

Casale, con il Ligorna arriva un altro pareggio...e stavolta va bene così...

Miello risponde al rigore di Cappai, ma questa volta tutto sommato il pari con la capolista è un buon risultato.
CASALE MONFERRATO - Il quinto pareggio su sette giornate viene finalmente accolto con soddisfazione dal clan nerostellato: il Ligorna è sempre più meritatamente la capolista del girone A - ora in solitaria in attesa dei recuperi delle gare di Savona, Lecco e Sanremese rinviate per l'allerta maltempo sulla Liguria - e potrebbe recitare un ruolo da protagonista fino al termine della stagione, ma i ragazzi di Buglio dimostrano di essere alla sua altezza e per una mezz'oretta accarezzano anche il sogno del bottino pieno.

La prima frazione di gioco è tutt'altro che spettacolare: dopo un'iniziativa degli ospiti con Capotos che crossa per Miello in ritardo di un nonnulla bisogna aspettare oltre la mezz'ora per vedere un'altra occasione pericolosa sempre per il Ligorna che vede Lala colpire di testa sugli sviluppi di un calcio d'angolo ma senza inquadrare la porta. Per il Casale, fatta salva un'uscita di Luppi su Cappai all'ultimo momento, c'è poco da segnalare, così quando al 12' della ripresa i nerostellati passano in vantaggio è come un fulmine a ciel sereno: su un cross di M'Hamsi dalla sinistra Zunino tocca con una mano in area e l'arbitro concede un calcio di rigore che lo specialista Cappai non fallisce. Una decina di minuti dopo il Casale potrebbe chiudere la partita dopo una combinazione volante fra Coccolo e Cardini con la palla che finisce fuori lambendo il palo: è un errore che costa caro perchè al 36' arriva il pareggio del Ligorna quando sulla sponda aerea di Menegazzo Miello entra a rimorchio e ancora di testa corregge in rete.

Con il Casale frastornato dal pareggio i liguri vanno vicini anche a capovolgere la situazione con un tiro di Spera su cui Consol si supera deviando la palla in angolo. Non succede più nulla ed il Casale sale a quota otto: per tenere a distanza di sicurezza la zona playout servirebbe una vittoria, ma le prossime due giornate con le trasferte a Borgosesia e Lavagna non autorizzano grossi voli pindarici; i tre punti mancano ormai dall'esordio in campionato e la classifica inizia a farsi pesante.


CASALE – LIGORNA 1-1
Reti: st 12' Cappai rig, 36' Miello

Casale (4-3-3): Consol; Di Giovanni, Bettoni, Villanova (38' st Testardi), M'Hamsi; Vecchierelli, Marinai (34' st Todisco), Cardini; Coccolo, Cappai, Pavesi (30' st Simone). A disp. Nikoci, Fabbri, Ghisio, Buglio A., Sadouk, Mazzucco, Testardi. All. Buglio
Ligorna (3-4-3): Luppi; Capotos, Gallotti, Zunino; Spera (43' st Brusacà), Lala, Lembo (34' st Silvestri), Menegazzo; Chiarabini, Valenti, Miello (47' st Cappannelli). A disp. Carozza, Botteghin, Favorito, Gilardi, Ivaldi, Mazzolini. All. Monteforte

Arbitro: Bergamin di Castelfranco Veneto

Note Ammoniti Bettoni, Cappai; Menegazzo. Calci d'angolo 8-5 per il Ligorna. Recupero pt 1'; st 4'. Spettatori 300 circa.
29/10/2018
Tiziano Fattori - sport@alessandrianews.it
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Sabato 03 Novembre 2018 Taryn Donath Quartet in concerto al Macallé
Sabato 03 Novembre 2018 Taryn Donath Quartet in concerto al Macallé
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
Biodigestore Carentino: il presidio contro il progetto durante la Conferenza dei Servizi
Biodigestore Carentino: il presidio contro il progetto durante la Conferenza dei Servizi