Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Eccellenza - girone B

A Valenza derby equilibrato, il Casale lo vince nel primo tempo

Succede tutto nella prima frazione di gioco; i nerostellati vedono la vetta, ma i Valenzani non ne escono ridimensionati. Rossi: "Risultato giusto", Pellegrini:"Abbiamo dato il massino, va bene così"
VALENZA - La partitissima di Valenza dice Casale. Tocca ai nerostellati vincere il derby, che mette in palio il primato in classifica e che raccoglie sugli spalti del Comunale ben 400 spettatori, un pubblico che in casa degli orafi non si vedeva da anni. Il campo non ha deluso, con un confronto giocato a buon ritmo da due squadre cariche e vogliose di misurarsi.

Il Casale mostra subito di che pasta è fatto, e passa al primo affondo: al 5' Eugenio perde palla dieci metri prima dell'area e Kerroumi in velocità trova modo di servire Sinato, che raccoglie palla in area e con un bel rasoterra insacca alle spalle di Teti, che non può davvero arci nulla. La reazione orafa è immediata e veemente e al 9' su punizione dalla destra di Ilardo scatena il panico in area, la sfera viene colpita di testa da Palazzo, ma trova le braccia di Carlucci, proteso in uscita, che la spazzano lontano. La Vale Mado non demorde: al 22' Parodi crossa in mezzo un pallone insidioso, su cui Rizzo arriva con sette anime fra i denti ma viene chiuso dalla difesa nerostellata. Sul capovolgimento di fronte, ripartenza del Casale, che con un'incornata di Sinato costringe Teti a sventare in calcio d'angolo. Ma il gol del raddoppio è rinviato di poco: al 25' Garrone pesca la rete della domenica con un tiro teleguidato all'angolino su cui Teti non può fare altro che guardare. Partita che sembra saldamente in mano al Casale, e invece accade che al 32', su un calcio d'angolo, una bella voleè di Palazzo riapre la partita, e riporta il confronto sul filo dei nervi. Gli animi si accendono al 32', quando su una punizione, la palla spiove in area e Parodi sta per concludere ma si ritrova in terra, toccato vistosamente da Garrone. L'arbitro, abbastanza incredibilmente, ammonisce il valenzano per simulazione. Il Casale comunque non si lascia intimorire dal pericolo corso: una punizione di Rebolini al 39' supera Teti, ma si infrange contro il palo; sul capovolgimento di fronte la Vale Mado guadagna una punizione che Ilardo batte pescando bene Eugenio in area: incornata vincente e palla in rete, ma l'arbitro ravvisa un fuorigioco e annulla.

Il primo tempo si chiude con il risultato fermo sul 2-1 per i nerostellati, che però nella ripresa, non paghi del punteggio loro favorevole partono in quarta. Al 15' Messias arriva sul fondo e calibra un cross carico di effetto, che taglia l'area senza che Kerroumi riesca a deviarlo in gol. La pressione gioca brutti scherzi alla difesa di casa e al 23' un retropassaggio di testa di Marelli mette fuori causa Teti, tocca il palo ed esce sul fondo. Quasi autogol. Da un legno all'altro: un minuto dopo a vibrare è invece la traversa del casale, su un tocco di Eugenio in mischia, ma i nerostellati, episodi a parte, tengono ormai il match in pugno, affollando il centrocampo e lanciando Kerroumi in improvvise folate offensive (su una di queste al 27' l'esterno reclama un rigore per contatto con Marelli). Finisce 1-2 e il Casale agguanta la Vale Mado: i nerostellati hanno recuperato agli orafi 5 punti in 4 giornate.

A fine gara, Ezio Rossi fa i complimenti alla sua squadra: "Abbiamo dato il massimo, avremmo anche potuto chiuderla prima, ma il risultato è giusto. Per la prima volta in questo campionato ho scoperto la nostra ottima capacità, appunto, di saper soffrire e stringere i denti". Poi una nota di autocelebrazione: "Mi permetto poi di prendermi un grande merito, vale a dire quello di aver scoperto una delle nostre pedine più importanti, negli Amatori, parlo ovviamente di Messias".
Mister Pellegrini, sulla sponda valenzana, fa invece i complimenti tanto al Casale ("Che secondo me vincerà il campionato") che ai suoi ragazzi. "Abbiamo dato il massimo, e visto che abbiamo una squadra in grado di far bene, ma nessuno ci ha chiesto di vincere il campionato, va bene così. Anche perchè alcuni episodi potevano andare diversamente, in particolare l'occasione del rigore non concesso alla mezzora del primo tempo. Se l'arbitro avesse accordato il penalty, il Casale sarebbe rimasto in dieci, e la partita sarebbe certamente cambiata. Guardiamo avanti".


VALENZANA MADO - CASALE 1-2
Reti: pt 5’ Sinato, 25’ Garrone, 29’ Palazzo

Valenzana Mado: (4-3-1-2) Teti 6; Bennardo F. 5.5; Eugenio 6; Marelli 6; Ivaldi 5.5; Germano 6 (st 8’ Fiore 5); Cappannelli 5.5 (st 28’ Ruberto 6); Palazzo 6.5 (st 39’ Gramaglia A. ng); Ilardo 6; Rizzo 5.5; Parodi 6.5. A disp.: Pinato; Gramaglia L.; Gramaglia A.; Padovano; Fiore; Ruberto; Bennardo D. All. Pellegrini

Casale: (4-3-3) Carlucci 6.5; Rinaldi 6.5; Silvestri 6; Priolo 6; Garrone 6.5; Rebolini 6; Birol 6; Messias 6.5 (st 35’ Abrazhda 6); Garavelli 6 (st 41’ Didu ng); Kerroumi 6.5 (st 29’ Francia 6); Sinato 6.5. A disp.: Sottile; Francia; Martinetti; Didu; Abrazhda; Mullici; Gerini. All. Rossi

Arbitro: Nicolini di Brescia 5.5

Note: Al 40’, gol annullato a Eugenio per fuorigioco.

Ammoniti: Germano, Parodi, Ivaldo, Sinato, Marelli. Recupero: pt 2’; st 5’. Calci d’angolo: 4-4. Spettatori: circa 400


 
28/09/2015
Ezio Bruzzesi - sport@alessandrianews.it
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Piantagione di marijuana nelle campagne di Lu Monferrato
Piantagione di marijuana nelle campagne di Lu Monferrato
Intervista a Marco Lodola e Giovanna Fra all'inaugurazione della loro mostra "Se Stasera Siamo Qui"
Intervista a Marco Lodola e Giovanna Fra all'inaugurazione della loro mostra "Se Stasera Siamo Qui"
Red Ronnie alla presentazione della mostra di Marco Lodola e Giovanna Fra
Red Ronnie alla presentazione della mostra di Marco Lodola e Giovanna Fra
Tony Coleman & Henry Carpaneto 5tet al Cinema Teatro Macallè  "Movie Blues"
Tony Coleman & Henry Carpaneto 5tet al Cinema Teatro Macallè "Movie Blues"
Incendio a Mandrogne
Incendio a Mandrogne
Sentiero 748: il percorso ad anello sulle cime di Mombello
Sentiero 748: il percorso ad anello sulle cime di Mombello