Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Musica

A PianoEchos la grande scuola pianistica dell’est

Artisti da Russia, Polonia e Bielorussia alle Settimane pianistiche in Monferrato. Dal 15 al 17 settembre appuntamenti ad Alessandria, Pecetto di Valenza e Conzano
MUSICA - Dopo il weekend d’apertura con i concerti di Ilia Kim (introdotto da Piero Rattalino) e Olaf John Laneri, il Festival PianoEchos continua con tre appuntamenti che vedranno protagonisti altrettanti pianisti formatisi nelle celebri accademie di Russia (Gnessin e Conservatorio Cajkovskij di Mosca) e Polonia (Accademia di Cracovia). Venerdì 15 settembre alle 21, a Palazzo del Monferrato ad Alessandria (via San Lonrenzo 21), suonerà Sofia Vasheruk; sabato 16 sempre alle 21, ma al Centro Culturale Borsalino di Pecetto di Valenza, sarà di scena Marian Sobula; chiuderà il trittico Alexander Tutunov, domenica 17 alle 17, nell’Abbazia di San Maurizio di Conzano.

Moscovita doc, Sofia Vasheruk si impone in moltissimi concorsi pianistici internazionali in Russia, Belgio, Grecia e Italia. Nel 2013 è finalista al prestigioso Concorso “Busoni” di Bolzano e si laurea al Concorso della “Young Pianist Foundation” di Amsterdam, la più importante competizione olandese, eseguendo il Concerto n. 1 di Cajkovskij. Si esibisce in sale prestigiose come la Sala Cajkovskij della Filarmonica di Mosca, la Sala Grande del Conservatorio di Mosca e il Conservatorio di Bruxelles. La sua passione per il repertorio pianistico francese si ritrova nel programma che presenterà ad Alessandria con la Suite Bergamasque di Debussy e la Sonatine di Ravel; seconda parte romantica con opere di Chopin e Liszt.

Polacco di Cracovia, Marian Sobula debutta nel 2008 a Caracas con l’Orchestra Sinfonica Simon Bolivar e da allora si è esibito nelle sale più importanti del mondo come il Gasteig di Monaco di Baviera, la Beethoven Halle di Bonn, il Parco della Musica di Roma e il Dome des Invalides di Parigi. Definito dalla critica “uno dei pianisti di maggior talento della sua generazione”, è un pianista attivissimo e tiene regolarmente tournée in Europa, Medio Oriente, Australia e in tutto il Sud America. Le sue registrazioni sono trasmesse da molte emittenti nazionali tra cui RMF e RAI.  A PianoEchos eseguirà una prima parte con opere di Haydn e Paderewski e una seconda interamente dedicata a Chopin, suo interprete d’elezione, nella quale spiccano capolavori come gli Scherzi n. 1 e n. 2 e la celeberrima Polacca Eroica.

Alexander Tutunov è considerato uno dei più importanti virtuosi dell’ex Unione Sovietica. Vincitore del Primo Premio al Concorso della Bielorussia e al Concorso Nazionale Russo, il suo modo di suonare è stato descritto dalla stampa di Mosca come "esaltante, ispirato... dimostra un talento unico". Si esibisce regolarmente in Europa, Cina, Messico e negli Stati Uniti, registrando per radio e televisioni nazionali. La sua incisione del Concerto per Pianoforte e Orchestra di Abeliovich è stata utilizzata nella colonna sonora del documentario "Terra degli zar" che ha ottenuto il premio Emmy come migliore colonna sonora.  Assai vario e brillante il programma con cui si presenterà al pubblico di PianoEchos, con opere di Bach, Brahms, Beethoven, Glinka, Rachmaninov, Prokofiev e Gershwin.

PianoEchos è organizzato dall'Associazione San Giacomo e dall'Associazione Ondasonora in collaborazione con Fondazione Piemonte da Vivo, Compagnia di San Paolo, Fondazione CRT e, per questi tre concerti, con i Comuni di Pecetto e Conzano, la Camera di Commercio di Alessandria e la Pro Loco di Pecetto. I concerti di Alessandria, Pecetto di Valenza e Conzano sono a ingresso libero fino a esaurimento dei posti. Per informazioni: www.pianoechos.it
12/09/2017
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Piantagione di marijuana nelle campagne di Lu Monferrato
Piantagione di marijuana nelle campagne di Lu Monferrato
Chaves legge Dante
Chaves legge Dante
L'ultimo video di Andrea
L'ultimo video di Andrea
Sentiero 727: da Pieve di San Giovanni al Santuario di Crea
Sentiero 727: da Pieve di San Giovanni al Santuario di Crea
Sentiero 615: l’itinerario Valenza - Bassignana - Rivarone
Sentiero 615: l’itinerario Valenza - Bassignana - Rivarone
Sentiero 607: la strada di Napoleone nella zona di Valenza
Sentiero 607: la strada di Napoleone nella zona di Valenza