Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Alessandria super inquinata, ingaggia gli 'acchiappasmog'

Il nostro capoluogo è la quinta città italiana più inquinata. "Servono incentivi, da sola Alessandria non può cambiare le cose", dice l'assessore. Intanto nei giorni scorsi è stato firmato un patto (a costo zero) per sperimentare il sistema PM Capturer
 ALESSANDRIA - Ancora in testa alla poco invidiabile cassifica italiana dei capoluoghi provinciali più inquinati. Alessandria si conferma città dello smog, insieme a tante altre cità della Pianura Padana. Lo ha certificato Legambiente che ha elaborato i dati delle centraline, annotandosi per quanti giorni hanno superato i limiti di legge.

Capofila delle città che nel 2018 hanno registrato il maggior numero di giornate fuorilegge è Brescia con 150 giorni (47 per il Pm10 e 103 per l’ozono), seguita da Lodi con 149 (78 per il Pm10 e 71 per l’ozono), Monza (140), Venezia (139), Alessandria (136), Milano (135), Torino (134), Padova (130), Bergamo e Cremona (127) e Rovigo (121). Tutte le città capoluogo di provincia dell’area padana (ad eccezione di Cuneo, Novara, Verbania e Belluno) hanno superato almeno uno dei due limiti. La prima città non padana è Frosinone. 

Paolo Borasio che ha la pesante delega sull’ambiente non sa più che commentare: “Il Comune non ha una grande possibilità, da solo, di ridurre le PM10”, ricorda, “Servono politiche regionali e nazionali su larga scala: le misure antismog adottate dal Piemonte non sono supportate, ad esempio, da finanziamenti per migliorare il trasporto pubblico”.

Insomma, un Comune può sensibilizzare i cittadini all’uso della bicicletta o dei mezzi non inquinanti, ma alla fine, quanto inciderebbe sul totale? “Sono anche favorevole ad una ZTL estesa, ma ci vogliono più parcheggi esterni o più bus. Gli alberi appena piantati vanno curati, ed anche questo è un costo che non viene supportato. Il Comune è lasciato solo. Sappiamo che gran parte delle polveri sono create dagli impianti domestici. Con il teleriscaldamento, negli anni, si andranno ad eliminare le caldaie inquinanti, ma non basta. I prossimi amministratori del Piemonte ci dovranno dire se e quanto saranno interessati alle politiche ambientali, stanziando capitoli di spesa precisi, però”.

Eppure il Comune di Alessandria ritiene prioritario il contenimento delle polveri sottili, come scritto nella delibera che dà il via (entro marzo) alla sperimentazione che viene da Liverpool. La Spraytecs Technologies Ltd ha sede nella città inglese dei Beetles, anche se l’amministratore è il torinese Claudio Rizzo. Questa società ha brevettato un sistema telecontrollato di riduzione delle PM10, PM Capturer System. Insieme alla IDRECO srl di Voghera sperimenteranno questo sistema ad Alessandria, con il placet del Comune – che fornirà solo gli allacci elettrici – e la supervisione dell’ARPA. Per Palazzo Rosso i test non costeranno nulla, eccetto l’energia elettrica: è tutto a carico della Spraytecs.
 
29/01/2019
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
"Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®” ad Alessandria domenica 7 aprile
"Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®” ad Alessandria domenica 7 aprile
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"