Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Cultura e Spettacolo

Sestetto di archi con pianoforte al Vivaldi

Riprendono il 16 gennaio “I Mercoledì del Conservatorio”. Per l'occasione si unisce alla formazione Kate Hamilton, in tournée italiana per concerti e masterclass, docente di viola presso il Concordia College del Minnesota e presso le Università del Kentucky, Arizona, Georgia
ALESSANDRIA - Nuovo appuntamento con I Mercoledì del Conservatorio il 16 gennaio alle 17 all'Auditorium Pittaluga (via Parma 1). In collaborazione con AmbientArti in Europa e nel Mondo si esibirà il sestetto di archi con pianoforte con Maurizio Cadossi e Giulia Ermirio violini, Kate Hamilton viola, Domenico Ermirio violoncello, Francesco Congedo contrabbasso, Giorgio Vercillo e Ferruccio Amelotti pianoforte.

Programma
Frederick Chopin
Concerto n.1 in mi min. per pianoforte
Allegro Maestoso – Romanze - Larghetto - Rondò
Giorgio Vercillo, pianoforte

Concerto n.2 in fa min. per pianoforte
Maestoso - Larghetto - Allegro vivace
Ferruccio Amelotti, pianoforte (artista ospite)

Replica del concerto: giovedì 17 gennaio alle 21 presso la Sala Polifunzionale San Rocco a Valenza.

Giorgio Vercillo: docente di pianoforte principale al Conservatorio Vivaldi di Alessandria dal 1978, presente nel panorama del concertismo internazionale da un quarantennio circa con al suo attivo quattrocento recitals, spesso affiancato da artisti e direttori di chiara fama, per enti ed istituzioni di prestigio. Primo premio al concorso pianistico internazionale "Concours Musical de France" a Parigi, è stato insignito della "Commenda Palestrina" in Brasile, unico concertista europeo, dal Ministro federale della Pubblica Istruzione e ha ricevuto il "Premio Marengo Musica" dall'ass. "I Francesisti" con il patrocinio di Provincia, Comune e Conservatorio di Alessandria. Impegnato sul fronte della musica contemporanea, sono molte le opere a lui dedicate ed affidate in prima esecuzione da importanti compositori italiani e stranieri. La sua discografia spazia da Bach alle avanguardie e tra le varie etichette ha inciso per le edizioni "Carrara" di Bergamo. Tiene corsi e masterclass in Italia e all'estero.

Ferruccio Amelotti: diploma al Conservatorio di Milano. Perfezionamento con I. Deckers e A. Porrini; masterclass con B. Canino, A. Kontarsky, A. Planès, E. Bagnoli presso la Fondazione Cini di Venezia. Primo premio assoluto alla XVI edizione del Concorso Internazionale di Musica di Vienna. Ha tenuto il suo primo concerto solistico con orchestra all’età di quattordici anni, suonando in seguito in Africa, Austria, Francia, Spagna, Svizzera, Repubblica Ceca, nelle principali città italiane, nelle prestigiose Boesendorfersaal di Vienna e Filarmonica di Praga. Ha suonato con le orchestre Milano Classica, Guido Cantelli, Pomeriggi musicali di Milano, Sinfonica della Rai di Milano, Carlo Coccia di Novara, Sinfonica di Sofia e Sinfonica di Praga, sotto la guida, tra gli altri, di Delman, Gatti, Panni, Shallon e Steinberg. Ha svolto sin da giovanissimo un’attività cameristica che lo ha portato a collaborare, oltre che con le prime parti soliste dell’Orchestra del Teatro alla Scala, dell’Orchestra di Santa Cecilia, dei Berliner Philarmoniker e dell’Opera di Parigi, con alcuni dei nomi più noti della scena concertistica internazionale. Ha inciso musiche di Busoni, Casella, Donizetti, Liviabella, Malipiero, Respighi, Rossini e l’opera completa per pianoforte a quattro mani di Schumann per l’etichetta Fonè. Nell’ambito della musica moderna ha inciso lavori per trio jazz e orchestra con il percussionista T. De Piscopo e il bassista M. Moriconi e di recente ha realizzato, a fianco del violoncellista A. Zioumbrovsky, un album monografico dedicato al compositore Andrea Bandel. Già docente di pianoforte presso la Scuola musicale di Milano, dal 2009 si è trasferito in Francia dove, per un’esperienza di scambio culturale realizzato tra docenti e promosso dall’Associazione “AmbientArti in Europa e nel Mondo”, ha insegnato al Conservatorio di Orléans. Attualmente è docente presso il Conservatorio à Rayonnement, Départemental di Chateauroux.

Il Quintetto d’archi si è formato all’interno del Conservatorio Vivaldi, riunendo allievi e giovani musicisti (ex diplomati, assistenti, aggiunti) con l’occasione dell’invito ad eseguire i Concerti di Chopin dall’Associazione Ambientarti in Europa e nel Mondo (Teatro di Valmacca, febbraio 2012), collaborando con i pianisti Muriel Beckouche e Ferruccio Amelotti. Nell’occasione si è unita alla formazione Kate Hamilton, in tournée italiana per concerti e masterclass, docente di viola presso il Concordia College del Minnesota e presso le Università del Kentucky, Arizona, Georgia e già ospite del Conservatorio di Alessandria nelle giornate di scambio Study abroad 2012 con la H. Hodgson School of Music dell’Università della Georgia.

Prossimo appuntamento con I Mercoledì del Conservatorio: 23 gennaio
Francesca Lanfranco, clavicembalo
Inaugurazione nuovo clavicembalo francese G.Corazza da P. Taskin (metà XVIII sec.)
Musiche di J.S. Bach, M. Ohana, D. Scarlatti, J.N. Pancrace Royer
15/01/2013
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 



Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
La Barbera Incontra 2018 - Tre giorni di Musica, spettacolo, dibattiti e divertimento
La Barbera Incontra 2018 - Tre giorni di Musica, spettacolo, dibattiti e divertimento
Passodopopasso Attraverso i miei occhi - Un aiuto per Karoona
Passodopopasso Attraverso i miei occhi - Un aiuto per Karoona
La Barbera Incontra 15-16-17 giugno 2018 San Damiano d'Asti
La Barbera Incontra 15-16-17 giugno 2018 San Damiano d'Asti
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" a Valenza domenica 17 giugno
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" a Valenza domenica 17 giugno
Carrà, Carrà, ancora Carrà...
Carrà, Carrà, ancora Carrà...