Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Alessandria come Parigi, Oslo e Hong Kong? La sfida del progetto "City tree"

L'assessore alla Smart City Kerima Fteita ci racconta il progetto "The City Tree" che potrebbe portare all'installazione di pannelli "viventi" ricoperti di muschi e licheni in alcune rotonde e piazze della città con l'obiettivo di catturare le polveri sottili e migliorare la qualità dell'aria, almeno a livello locale
ALESSANDRIA -  Cos'hanno in comune Alessandria, Parigi, Desdra, Oslo e Hong Kong? Per ora quasi nulla, ma in un prossimo futuro potrebbero essere tutte città che ospitano pannelli di ultimissima generazione studiati per la pulizia dell'aria in ambito locale. 

Stiamo parlando del progetto "The city tree", già presentato dal sindaco Gianfranco Cuttica di Revigliasco alcuni giorni fa e che oggi ci facciamo spiegare meglio dall'assesore alla Smart City Kerima Fteita, che ne è la prima sostenitrice. 

"A volte bisogna avere delle visioni, non serve per forza essere grandi architetti" - ci spiega nel suo ufficio a Palazzo Rosso, dove la incontriamo.

"Il progetto mi è stato proposto da un'azienda tedesca (la Greencities soluzions ndr) e devo dire che mi è ha subito colpito: stiamo parlando di grandi pannelli 'viventi' che alcune città stanno già utilizzando. Non è detto che intraprenderemo questa strada ma il progetto è molto affascinante e vale la pena approfondirlo, anche in considerazione del fatto che potremmo godere dell'esperienza di queste realtà, che sono già in grado di fornire i primi dati sull'utilizzo di questa soluzione e le sue ricadute". 

L'obiettivo della Giunta è quello di formulare questa proposta durante l'incontro che si terrà a Clermont Ferrand fra tutte le 42 città che ospitano stabilimenti Michelin: un'occasione organizzata dall'azienda (il 29-30 novembre e il 1 dicembre), che lì ha la storica sede, per proporre e ricevere idee in ambito di qualità dell'ambiente e smart cities, con la possibilità per le città di ottenere sponsorizzazioni dall'azienda per la realizzazione di progetti. "Andremo all'incontro io, l'assessore all'ambiente Paolo Borasio e il vicesindaco Buzzi Langhi - racconta Fteita - e ovviamente l'idea è di proporre questo progetto. 

Le unità da installare in città dovrebbero essere 6-8, dal costo ci circa 35-40 mila euro a pannello.

Le strutture "viventi" andrebbero poste sulle rotonde e nei luoghi di maggiore concentrazione delle auto. Ciascun pannello pur in uno spazio estremamente contenuto è in grado di fornire benefici all'ambienti equivalenti a quelli che si otterrebbero con una superficie verde pari a 3/4 di uno stadio da calcio: "il tutto grazie a muschi e licheni particolarmente efficaci nel trattenere le polveri sottili, evitando che le stesse ricadano a terra e possano essere risollevate in un secondo momento, garantendo così un doppio beneficio".  

I sistemi sono già dotati di tutte le tecnologie per funzionare in maniera autosufficiente, compresi un'alimentazione a pannelli solari e un sistema di monitoraggio consultabile dai cittadini anche mediante un'app, in grado di restituire praticamente in tempo reale i benefici che i pannelli stanno garantendo. Un sistema interno d'irrigazione e di controllo delle piante consente di limitare al minimo gli interventi di manutenzione.

Ecco la mappa dei luoghi in cui i pannelli, indicativamente, potrebbero essere collocati (Qui l'immagine ingradita). 


 
22/11/2017
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Intervista a Marco Lodola e Giovanna Fra all'inaugurazione della loro mostra "Se Stasera Siamo Qui"
Intervista a Marco Lodola e Giovanna Fra all'inaugurazione della loro mostra "Se Stasera Siamo Qui"
Red Ronnie alla presentazione della mostra di Marco Lodola e Giovanna Fra
Red Ronnie alla presentazione della mostra di Marco Lodola e Giovanna Fra
Red Ronnie alla presentazione della mostra di Marco Lodola e Giovanna Fra
Red Ronnie alla presentazione della mostra di Marco Lodola e Giovanna Fra
Tony Coleman & Henry Carpaneto 5tet al Cinema Teatro Macallè  "Movie Blues"
Tony Coleman & Henry Carpaneto 5tet al Cinema Teatro Macallè "Movie Blues"
Incendio a Mandrogne
Incendio a Mandrogne
Sentiero 748: il percorso ad anello sulle cime di Mombello
Sentiero 748: il percorso ad anello sulle cime di Mombello